Prodi è Genoano

| 21 commenti

Copio e incollo da Nube Che Corre, così ne approfitto per fare un po’ di pubblicità al Blog Genoano Definitivo, che un posto dove si può discutere liberamente e in modo preferibilmente poco serio delle vicende del Vecchio Balordo. Eppoi oggi non avevo proprio voglia di scrivere qualcosa di nuovo.

Carlos Aguilera in uno dei suoi spassosissimi travestimenti da Alex Britti, mentre ordina 5 Rum Cooler al barista dello stadio.

E con questa sola notizia voglio vedere chi oserà più parlare male del nostro grandioso governo di centrosinistra. Altro che sovraffollamento delle carceri, il recente provvedimento di Indulto aveva uno e un solo scopo. Far tornare il Pato Aguilera a Genova. E pace se per farlo ritornare qui, dove è più amato, si sono dovuti liberare miliardi di serial killer, se uno è tanto stupido da farsi accoppare, beh, sono solo cazzi suoi. L’importante è che Pato possa tornare a Genova. Ah si!

Perché è da anni che noi vecchi nostalgici vogliamo vederlo sulle tribune del Ferraris, intervistato da Pinuccio Brenzini. Senza rischiare che venga arrestato da sbirri, doriani senz’altro, che non sanno apprezzare un buon coca-party in compagnia di professioniste del divertimento erotico.

Cioé, da quando spaccio di cocaina e sfruttamento della prostituzione sono reati perseguibili? E’ quello che accade in qualsiasi discoteca ogni weekend. In pratica si può dire che Aguilera avesse degli interessi nell’industria dell’intrattenimento. In fondo non ha ucciso nessuno. E il suo giardiniere mica era un mafioso ricercato, no?
Vabbè, eccovi la notizia.

«
L’indulto "libera" Pato Aguilera

Doveva scontare 2 anni di reclusione

L’indulto fa sorridere anche nel mondo del calcio: l’ex giocatore Pato Aguilera (ha giocato in Genoa e Torino) è stato liberato dalle accuse relative allo sfruttamento della prostituzione e allo spaccio di stupefacenti, grazie al provvedimento preso dal governo. L’uruguaiano doveva scontare, dal 1996, due anni di reclusione ed ora potrà tornare liberamente in Italia senza il rischio di essere arrestato.

Pato Aguilera fa gol alla giustizia italiana. L’ex attaccante di Torino e Genoa era stato accusato di sfruttamento della prostituzione e spaccio di stupefacenti, che gli costarono (nel 1996) la condanna a due anni di reclusione, mai scontati, visto che il giocatore è sempre stato all’estero.
Ora può tornare in Italia quando vuole e senza nessun rischio, visto che l’indulto ha cancellato la sua condanna, e l’ha reso un uomo libero a tutti gli effetti.

Aguilera arrivò in Italia nel 1989 con la maglia del Genoa, dove restò per 3 stagioni mettendo a segno 33 reti, due delle quali restano nella storia del calcio italiano. Il 18 marzo 1992 segnò una doppietta ad Anfield Road, che valse la prima vittoria di una nostra squadra sul campo del Liverpool. Alla fine di quella stagione si trasferì al Torino: 31 partite e 12 gol nella prima annata, poi 6 gare senza reti e l’addio al calcio italiano.

»

E già che ci sono eccovi il filmato del gol del 2-1 del Pato a Liverpool.

21 Comments

  1. mi pare una grande iniziativa pubblicizzare quello spazio aulico, dove discutere pacatamente di grandi tematiche esistenziali, come la promozione in serie A o Perdomo.

    Bruno.

  2. Ehi, Pato Aguilera me lo ricordo pure io!

    Ma allora non sono così ignorante in materia!

  3. Mah sara dura poter rivedere il buon Pato…pappo aguilera…chissa cosa fara oggi? e poi chissa perche Prodi con quella faccia larga e tondeggiante e quegli atteggiamenti preteschi mi ha sempre ricordato i sampdoriani…o forse perche è un appasionato ciclista?

  4. quanto peserà oggi Pato? Chissà perché lo immagino sui 120 chili.

    però che tempi, quelli della vittoria a Liverpool…

    :’-(

    a

  5. Sempre la stessa storia… grande come giocatore, piccolo (in tutti i sensi) come uomo? (ma direi anche largo come uomo è spesso calzante…).

  6. Un incrocio tra Alex Britti e el ”pibe de oro”!

  7. bruno: essì, più siamo, meglio è… GENOANI, venite tutti su NUBE CHE CORRE….

    seaweeds: ma te lo ricordi di nome o sai anche qualcosa di lui?

    panchin: credo invece che lo rivedremo molto presto a Genova.

    scott.ronson: si probabilmente s’è inquartato parecchio, almeno anche io me lo immagino così. A me fa impressione pure Skuhravy, che non è grasso, ma il suo faccione in 16/9 sulle tv locali ha qualcosa di strano. E io poi ho la tv 4/3 e la sua faccia non ci sta tutta.

    ABS: essì, così parrebbe. ricordo però che all’epoca la notizia mi aveva colto molto di sorpresa, come fosse un caso-Tortora, perché prima d’allora il suo comportamento pubblico non aveva mai dato motivi di perplessità… piuttosto a Tomasone Skuhravy, se non sbaglio, avevano ritirato la patente per guida in stato di ebbrezza e superamento del limite di velocità.

    da4coni: si, è vero! e se i capelli fossero rossi, potrebbero essere quelli del Mago G. O di Ronald McDonald.

  8. discutere liberamente e in piena serenità???? Ma se mi dite che sono una mugugnona quando cerco di ironizzare sui prossimi acquisti! Questo e’ abuso dipotere bell’e buono. Roja ovviamente con il nick prestato perche’poi mi rintracciate…

  9. beh però i tuoi mugugni sul presunto mercato deludente del genoa li hai fatti in piena libertà. considerando che Nube è un tuo blog, intendo.

  10. bene:adesso può tornare in campo.

    E col cazzo che assomiglia a Prodi:solo perchè un uomo sbaglia non può essere insultato gratuitamente

  11. mica ho detto che assomiglia a Prodi, ho detto che assomiglia ad Alex Britti. che poi è pure peggio, forse….

  12. E’ vero,scusami,ma stanotte ho fatto l’imitazione di Skurahvy

  13. cioé ubriaco marcio?

    ti ha fermato la pula in corso Europa?

  14. Ubriaco il giusto:la mia non è ancora un’imitazione perfetta

  15. il giusto? è un concetto relativo. per me ubriaco il giusto è “Urribilmente Devastato”. Con la U e D maiuscole.

  16. lodo l’iniziativa di far pubblicità a Nube Che Corre


  17. Simpatico sto signor NubeCheCorre. Vabbè, a me il Genoa poi è sempre stato simpatico. Da Skuravy in poi, of course!

  18. mi verrebbe da citare una allegra canzoncina sul pato…e su barletta…:)))

    ok dai non lo faccio:)

  19. nubechecorre1: essì, bisogna radunare i genoani raminghi per la rete nell’unico centro di raccolta approvato dall’associazione medici dentisti italiani.

    alekskuntz: a me anche prima, ma io ci sono nato.

    nessuno77: non ho ben capito, ma immagino sia uno scherzo in voga nelle delegazioni.

  20. PATO PATO PATO GOOOOOLLLLLLL

Rispondi

-->