Mi ripresento

| 29 commenti

Come i peperoni, ma peggio. Perché i peperoni dopo sei anni uno può ragionevolmente supporre d’averli digeriti del tutto, mentre invece un blog, dopo sei anni, c’è ancora il rischio che stia ancora lì a rovinarti il sonno.

Non so. Sei anni sono parecchi, da tutti i punti di vista. E in questi sei anni la mia vita è cambiata parecchio, da tutti i punti di vista. E’ cambiato tutto, tutto tranne una cosa. Oggi come allora i blog non erano poi così frequentati.

Nel 2004 pochi avevano un blog (punto x1, nel diagramma seguente). Nel 2010 pochi hanno ANCORA un blog (punto x2). O almeno un blog che ancora frequentano con una certa regolarità.

parabola

Come il diagramma dimostra con matematica precisione, da qualche parte tra x1 e x2 la gente s’è rotta il belino di scrivere sul blog (il punto in cui il diagramma smette di salire e ricade al suolo con medesima progressione, se avessi voglia di ritoccare l’immagine ci metterei un bel puntino, fate finta che ci sia, come un capezzolo su una tetta piuttosto deforme). Forse la gente s’è rotta il belino perché nel frattempo tutte le veline e i maschi alfa della penisola italica si sono trasferiti su facebook per propagare la loro specie. E si sa che quello che fanno veline e maschi alfa è intrinsecamente giusto per motivi resondoliani, che non devo certo spiegare a voi.

Sei anni fa ho scritto il mio primo vero post, e mi fa sorridere che fosse una solenne dichiarazione d’intenti. Manco presagissi che quello che andavo a fare avrebbe comunque cambiato la mia vita. E l’ha cambiata davvero. Diavolo d’un paragnosta che sono.

Un paragnosta piuttosto impreciso, per la verità. Alcune delle mie supposizioni sono state brutalmente smentite. Altre si sono rivelate piuttosto azzeccate. Non m’aspettavo di conoscere gente scrivendo cazzate. Forse lo speravo, ma sapevo bene che chi visse sperando morì con forti problemi intestinali. E invece.

Doti medianiche a parte, mi piace aver mantenuto fede ai miei intenti inziali, ci vuole metodo, o moltissimo culo, per mantenere un certo rigore. La verità è che del blog m’è piaciuto tutto. M’è piaciuto l’anonimato, che m’ha permesso di scoprire molte cose su di me e sulla gente. E ancor di più m’è piaciuto perdere l’anonimato, e scoprire ancora più cose su di me, sugli amici di sempre e sulla persona che adesso mi sta guardando da una webcam a 170km di distanza, metro più metro meno.

In questi casi si sul dire "100 di questi giorni". Io sarei contento di vederne anche solo altri 6. Ma altri 6 così, però. Altrimenti vada pure per 100.

29 Comments

  1. forse ti rispondo su skype… ora ci penso su

  2. è che non so cosa augurarti, essendo parte in causa.

    che cattivèria…

  3. davvero.
    a questo punto preferisco commenti astadara tipo "quanto relativismo".
    sei una donna fredda e senza cuore.

  4. Tu sei molto paragnosta a prescindere !
    Certo che sei anni di blog sono molti e che il mondo web è cambiato nettamente passando da IRC a Facebook via MSN e Blog.
    Ma alla fine chi se ne frega, un brindisi alla faccia dei maschi alfa, W i nerd omega ! Buon Blogcompleanno
    Matte

  5. E bravo il nostro amatissimo Dott. Hardla.. buon Blog-Compleanno!

    Io fossi in te sceglierei una ventina tra i post più belli e proverei a pubblicarli.

    Per il 30% degli UTILI potrei occuparmi della distribuzione e vendita.
    Se va male mi dai un 500 euro e siamo a posto.
    Pensaci eh?!

  6. e va bene allora… altri sei giorni come quei cento giorni che volevi! che poi cento giorni sono poco più di tre mesi!

  7. @Matte: paragnosta forse, sicuramente non paraqualcosaltro! un brindisi non si rifiuta mai, specie nelle occasioni particolari! grazie…

    @secchin: bella idea. secondo te quanto fa il 30% di nulla? per il forfait di 500 euro magari passo la mano. tanto andrà sicuramente bene e non ce ne sarà bisogno.

    @kappa364: ma se trenta giorni ha novembre, con april giugno e settembre?

  8. Un po' ti invidio. Il mio primo post era datato 18 novembre 2003, e l'ho cancellato insieme a tutto il resto della produzione perché era troppo tetro e mi ero rotto le balle di trascinarmi appresso pensieri così cupi. Da allora non ce l'ho mai avuto un blog bello ordinato con pezzi scritti bene, efficaci ed esaurienti, il più delle volte l'ho riempito di michiate senza punteggiatura e dai colori inaccostabili, ma forse è vero che il blog riflette molto del suo proprietario, anche più di quanto egli stesso vorrebbe mostrare di sè.

  9. sai credo sia anche lo svantaggio/vantaggio d'aver scritto cose personali o comunque molto dettate dagli umori del momento, non solo nei toni ma anche nei contenuti. avendo tenuto un regime abbastanza distaccato non sono mai stato soggetto a pentimenti o ripensamenti: questo naturalmente ha avuto un prezzo, perché in fondo non sono mai stato libero di scrivere tutto quello che mi passava per la testa, nel caso (assolutamente non scontato) che io sentissi il bisogno di farlo.

    tu sei stato onesto, da subito. io più nascosto. ma la tua onestà era visibile a tutti, e spesso non tutto quello che si vuol dire lo si vuole dire a tutti. e per tutti intendo anche te stesso (un te stesso del futuro, uhhhhuuuhhh), perché le cose che rimangono scritte, magari a volte si vorrebbe dimenticarle e passare oltre. e allora magari può essere un buon motivo per cancellare un blog. o magari perché quella sera s'è mangiato pesante, vai a sapere….

    il blog l'ho aperto per palestra. e neppure una palestra di scrittura, l'ho aperto per esercitarmi con l'html. poi ho scoperto il piacere di scrivere frivolezze e cazzate in allegria. ma è stato un caso.
    comunque è vero che questo blog mostra più cose di me di quanto io potessi credere a priori. in alcuni casi anche cose che io stesso ignoravo. ad esempio che mi piace l'accostamento tra turchese e grigio.

  10. come al solito leggo dopo diversi giorni… si' i blog vanno e vengono, come tante altre cose, come lo erano le smemorande degli anni '90, ma come su fb c'e' pieno di veline e i maschi alfa, cosi' ne era pieno splinder, solo che a noi non importava e noi vivevamo nel nostro microcosmo fatto dalla lista degli amici… senza curarci troppo delle innumerevoli cazzate che altri scrivevano, ma solo delle nostre di cazzate, di quelle degli amici in carne ed ossa o di quelle degli amici in kbit/sec.
    e poi il tuo blog e' sempre stato uno dei migliori
    ciao
    de

  11. ma cosa sono i maschi alfa?

  12. per quello che ho trovato con google, sembra una cosa orrenda!

  13. sono i tipi con molto testosterone, che vogliono essere sempre al centro dell'attenizione

  14. @dedee: intanto grazie, i complimenti fanno sempre piacere, anche e soprattutto quando si è un po' agonizzanti. tutti i social network sono ( e sono stati) pieni di veline e maschi alfa e le loro migrazioni determinano il successo di un medium rispetto al precedente. devo scrivere di questa roba perché è un concetto noto ma interessante, con le implicazioni e le generalizzazioni del caso.

    queste migrazioni ci hanno toccato, anche se in modo indiretto. l'avere meno frequentatori dei blog, in generale, rende i nostri blog, in particolare, meno interessanti e vivi. e a noi viene un po' meno la voglia di aggiornarli con una certa costanza, perché il feedback  è una parte integrante del blog, è alla base della sua filosofia, altrimenti tanto varrebbe scrivere sul solito taccuino.

    io ho iniziato (a parte per esercitarmi con l'html) per partecipare al blog delle cappe rosse, pablo s'era già iscritto e scriveva da mesi, io ero ancora un po' diffidente. non credevo che sarei mai riuscito a conoscere qualcuno di virtuale, pensavo che internet fosse un posto molto, troppo grande e che le mie parole sarebbero state troppo piccole per essere viste. pensavo che gli unici che mai avrebbero trovato il mio url sarebbero stati quelli a cui io l'avessi eventualmente dato.
    per fortuna non è andata così.

    @marchesa: credo che il maschio alfa sia un concetto applicabile al mondo dei lupi, traslato agli umani per analogia. è un maschio, generalmente slegato dalle regole del branco, che gode di una maggior libertà d'azione. non comanda in senso stretto il branco, ma il branco tende a seguire i suoi comportamenti. insomma, dei lupi pecoroni.
    il maschio alfa è il lupo che scopa con più facilità.

  15. per me il blog e', come FB, un modo importantissimo per tenermi in contatto con tutti voi, se poi capita di leggere cose interessanti (sui blog) o di rivedere amici dei tempi passati (FB) meglio.
    FB ha il vantaggio di essere meno verbale, quindi posso condividere pensieri e cose sia con i miei amici di qua che con chi in Italia, purtroppo quasi nessuno dei miei amici teutonici lo usa.
    Il blog, basandosi sulla parola, non e' transnazionale, e' piu' profondo e quindi piu' intimo, certamente mi piace di piu' il blog, ma non disprezzo FB. Per me il blog e' un buon libro, FB un programma scemo in TV, ho bisogno di entrambi, ma in momenti diversi

  16. sì capisco il tuo punto di vista. per me fb è ciò che ha fatto agonizzare il blog, e la cosa non mi sta molto simpatica. perché se uno può condividere un qualsiasi video su fb, senza doverci scrivere un post di presentazione, tenderà a farlo. e se uno che vede quel video, invece che commentarlo con qualche parola, avrà a disposizione un seplicissimo tasto "mi piace", tenderà a farlo.
    è che le scorciatoie sono utili, ma a volte favoriscono la pigrizia.

  17. evviva!!

    EVVIVAAAA!!!!!

    il ritorno delle FACCETTEEEEEEE!!!!!

  18. mi ci hanno tirato dentro mio malgrado: hanno qualche significato almeno?

  19. Certo!

    ^_^ esrpime contentezza, approvazione

    /:-| esprime perplessità, dubbio

    non so cosa esprima, ma mi piaceva un po' di revival sui ninja, che negli ultimi tempi sono ingiustamente caduti nel dimenticatoio…

  20. basta scrivere un'applet java per riprodurre il tasto mi piace sul blog… forza dai non mi dite che voi informatici non avete già in mente come fare!

  21. @fry: allora ho usato la faccetta giusta, per puro culo!

    @dedee: in realtà basterebe un javascript in frontendo che memorizzi in quelche modo la preferenza, tipo una piccola tabella db del cms che gestisce splinder, sarebbe l'ideale. sempre che si possa mastrussare sui db di splinder, cosa che ritengo improbabile. allora bisogna crearse uno ad hoc, oppure fregarsene bellamente e andare aventi così, tanto io il tasto "mi piace" non lo voglio!

  22. sì, sì… non me la racconti! so benissimo che sei passato nel tunnel delle faccette anche tu ai tempi di IRC, solo che poi non te lo sei arredato, ma dal tunnel si poò uscire, ma non dimenticarsi di esserci stati!

    se si può mastrussare sul db di splinder bisognerebbe prendere il loro responsabile sicurezza e fargli un front end allo scroto 😀
    ma dubito che si possa fare, altrimenti lo defacerebbero un giorno sì e l'altro pure…

  23. forse un bel defacing ogni tanto non farebbe neppure male, sempre meglio che tenere quella doppia grafica vecchia/nuova sulle funzioni di splinder. comunque scherzavo sul db.

    e le faccette, quando usavo IRC era il 1995, era già tanto se si usava 🙂
    i più arditi si spingevano su 😉 e 😛 e la mia cultura finisce qui, il resto sono solo diavolerie moderne che sono opera del maligno.

  24. Il tasto mi piace? Ma allora perché mi sarei dato tanto da fare per scrivere con impegno dei post programmaticamente sgradevoli?

  25. @fry: gran bell'ascii art!

    @diaktos: ma infatti, è quello che dico pure io.
    "Mi piace" non mi piace. Peccato che non ci sia un tasto per esprimere questa mia convinzione…

Rispondi

-->