X-Men

| 12 commenti

La mia generazione si chiama con una lettera. E non una lettera qualsiasi: la X, l’incognita. Definizione azzeccata per descrivere i ragazzi maturati negli anni ’90. Senza più certezze scolpite nella pietra; senza alcun valore dominante che potesse guidare chi non aveva la capacità, la passione o la cultura per inventarsi le proprie battaglie. La massa di ignavi, indifferenti, opportunisti, la maggioranza silenziosa, insomma, s’è ritrovata senza più bandiere da seguire. O meglio, ne sono nate parecchie, di bandiere, ma tutte molto piccole, nuove, tutte distanti, e tutte troppo faticose da portare in giro in modo un po’ svagato. Gli ’80 avevano i soldi, i ’60 e i ’70 avevano la politica. Prima ancora c’era la tradizione, la fede, le convenzioni sociali. Noi avevamo tutto.

"Crisi di valori", così la chiamavano gli adulti, scomodando sociologi da talk show, senza neppure preoccuparsi di aprire la finestra e guardare che tempo faceva. Crisi di valori, certo, ma dei loro valori. Noi i valori li avevamo tutti a nostra disposizione, più di qualsiasi generazione che ci ha preceduto, ce ne siamo anche inventati di nuovi, che bravi. Tutti davanti a noi, come al supermarket.

Avere tutto è dannatamente faticoso, per chi cerca un cartello luminoso che gli indichi la via. E’ un po’ come non avere niente, se non si sa scegliere; ma con la consapevolezza di non poter scaricare sul fato la colpa della propria inettitudine. La Generazione X ha dovuto arrangiarsi, imparare a fare scelte. Qualcuno c’è riuscito, bene o male, altri si sono lasciati vivere, molti si sono concentrati su loro stessi. Parecchi altri si sono arrabbiati, senza neppure sapere perché.

Kurt Cobain è diventato, suo malgrado, il portavoce di un confuso sentimento di rabbia che sembravamo incapaci di gestire o, almeno, capire. Molti speravano che fosse lui a darci quelle risposte che cercavamo. E lui s’è fatto saltare il cervello. Bella risposta del cazzo, lasciatelo dire Kurt.
Non aveva la stoffa del leader, né voleva esserlo, e ha scelto il modo più spettacolare e rapido per abdicare. C’ha provato, a farsi odiare. "Le ansie giovanili hanno fruttato bene, ma ora sono annoiato e stanco"*, come dire "v’ho preso per il culo, ma ora basta, lasciatemi in pace". Non gli hanno dato retta. E lui s’è fatto saltare il cervello. Lasciandoci quella sciroccata di sua moglie in eredità.

A distanza di dieci anni ci sono ancora degli stronzi, come me, che cercano di leggere tra le righe di qualche suo misterioso testo. Sperando di trovare delle risposte che non verranno certo da lì. E che fanno della sociologia da due soldi, solo per non ammettere che non sanno dove girarsi, non sanno quale battaglia devono andare a combattere. E ancora nessun cartello luminoso in vista.

* "Teenage angst has paid off well, now I’m bored and old"
Serve the Servants – Nirvana

12 Comments

  1. giusto, Kurt ha urlato domande, e ha dato voce a una generazione, poi però qualcuno pensava lui avesse pure le risposte… quasi meglio cosí, un Kurt Cobain quarantenne ora sarebbe patetico, come tutti i miti giovanili (ma te lo immagini Jim Morrison a cantare ora vecchio e ingrassato a Las Vegas, tipo Elvis??? )
    noi sí abbiamo avuto tutto, ma non ci saimo trovati ideali da seguire, e ora siamo annoiati e invecchiati, almeno un po’.
    Ma consolati, tra un po’ saranno esponenti della nostra generazione ad andare in tv e a rompere il cazzo ai giovani e alla generazione degli anni 00, senza ideali, con un vuoto di valori…bla, bla, bla…

    De

  2. guarda, potrei tranquillamente farlo io, ne ho la preparazione, la capacità, la disposizione, la cultura e, cosa che on guasta, l’autoironia per non farmi schifo da solo mentre lo faccio…

  3. e poi di tv te ne intendi…aspetto di vederti in video!

    De

  4. ricordi quando dicevo che mi mancava qualcosa?…Ecco…

  5. un hardla in TV non me lo perderei per nessun motivo al mondo …

  6. grazie a tutti per la stima, ma per la mia timidezza forse la radio sarebbe meglio, passerei parecchi dischi dei nirvana e di tanti altri artisti che sono morti ammazzati o suicidi…

  7. no, io invece ti vedrei bene in tv, con un look da intellettuale anni ’70: occhiali Woody Allen, maglione collo alto, barba da autonomo, zampa d’elefante e gitanes.

    De

  8. hai dimenticato le clark’s sabbia e la giacca beige di velluto a coste con le toppe sui gomiti

  9. con il look suggerito da De … in effetti la radio sarebbe meglio …

  10. Le parole giuste : noi abbiamo avuto tutto e abbiamo scelto in un gran caos….non potevi descriverlo meglio. very bravo

  11. Gia Oggi piu che mai mi sento X Men in bilico tra nevrosi giornaliere e supereroe impegnato a salvare il mondo…è che mi continuo a chiedere che mondo sia mai se sono poi io a salvarlo?!?!Mah altro che Cina mi sa che mi devo cerco un posto al comune di sori…Panz

  12. non so proprio che dirti. ultimamente non sono proprio la persona giusta a cui raccontare ‘ste cose…

Rispondi

-->