Stabat Mater

| 16 commenti

Mater-Bi è il nome di un materiale plastico biodegradabile. E’ una cosa fighissima e, tanto per sfoggiare un po’ di sano orgoglio campanilista, è stato inventato in italia.

Leggo e cito dalla sua pagina su Wikipedia: il marchio “Mater-Bi” indica diverse classi di bioplastiche prodotte dalla Novamont a partire da amido di mais, grano e patata.

E da questa curiosa accozzaglia di materie prime nasce forse il problema più grave del Mater-Bi, quello che lo porta ad essere odiato da tutti. No, l’ecologia non c’entra, non siamo tutti cattivoni al soldo delle brutte multinazionali inquinanti, non è una questione politica. E nemmeno economica.

E’ che il Mater-Bi, nella sua immensa perfezione teorica, presenta una minima ma al contempo fastidiosissima imperfezione pratica. E chiunque abbia mai fatto la spesa presso Carrefour può testimoniare.

In pratica, la mia domanda, la domanda che è nella testa di molti è: “ma perché cazzo i nuovi sacchetti del Carrefour devono puzzare in modo così nauseabondo?”.

Cristo, va bene l’ecologia, il mondo pulito, il riciclaggio, l’impatto zero. Va bene non far soffocare più i poveri delfini curiosi.

Ma porca puttana, deodorateli quei cazzo di sacchetti.

16 Comments

  1. forse sarà la volta che impareremo a usare le buste di tessuto, a portarcele dietro, o il carrello della nonna… almeno parlo per me. E poi perché ti limiti al carrefour? Questi sacchetti sono ovunque, persino in farmacia!!!

  2. i sacchetti più piccoli qui da noi il farmacista li spaccia affettuosamente per profilattici!   😀

    Secchin

  3. @marchesa: mi limito al carrefour perché ci vado spessissimo e in farmacia invece quasi mai….

    @k: viziato? ero abituato a un mondo in cui i sacchetti inquinavano senza puzzare in mano. sì, sono viziato.

    @secchin: sì, ma hai mai provato a versare fluidi sul mater-bi? non è che essendo biodegradabili ci possono essere problemi? vediamo se fungono come profilattici!

  4. Credo che sia ricavato dal mais…
    (adesso vado a controllare su wikipedia)…
    in effetti la scorsa settimana scorsa mi chiedevo perchè sentito questo odore di popcorn bruciati in auto… devo ancora avere da qualche parte un orologio di Topolino in mater-bi costruito prendendo 8 ben 8 Topolini in fila (parlo del giornalino), mai messo, il cinturino in sughero non mi piaceva (non faceva pan-dan con la camicia).
    Non hai detto poi che i sacchetti in Mater-Bi sono mosci ma che più mosci non si può… eh già.

  5. sì, io poi ho sempre la paura che tra la moscerìa e il biodegradabile, mi si sciolga il sacchetto se ci metto dentro la rumenta. non sarebbe un bello spettacolo.

    per quanto riguarda la puzza, ricordo d'aver visto sacchetti biodegradabili non così vomitevoli. non credo sia necessario farli puzzare così tanto, o no?

  6. PS – scusa ma quando l'hai comprato l'orologio di topolino? io pensavo che il mater-bi fosse relativamente recente….

  7. Sono Catia Bastioli, la chimica inventrice del Mater Bi (che vuole dire materiale biologico)
    Sono inviperita dal suo post, il mater Bi non puzza assolutamente, e' utilizzato anche per costruire posate e forchette ed ha un impatto sull'ambiente ridotto al minimo.
    Persone come lei devono smetterla di ironizzare sul futuro dei nostri figli,se non le piace il mater bi puo continuare ad usare i vecchi sacchetti, che inquinano mari e foreste e causano la morte di migliaia di esseri viventi

    Saluti
    CB

  8. Orca Doc, mi sa che l'hai fatta grossa…ohi ohi……..

  9. @cb: ciao catia, vorrei tanto poter usare sacchetti che non puzzano, ma per legge non potranno essere più distribuiti. dopo tutto, che ci frega del futuro dei nostri figli se dobbiamo rifletterci con le narici orribilmente violentate?

    @panchin: mi sono cagato sotto! bentornato! bentornato?

  10. I sacchetti in Mater Bi hanno un odore strano, ma secondo me non così terribile e non lo dico perché ho paura della signora Catia Bastioli.

    Infatti secondo me quei sacchetti hanno un difetto molto più grave dell'odore e pensavo che nel post parlassi di questo: con i sacchetti in Mater Bi si è costretti a comprare solo oggetti tondi, infatti qualsiasi cosa abbia degli spigoli buca facilmente il sacchetto con il rischio, per niente remoto, di ritrovarsi dopo pochi metri con la spesa sparpagliata sul marciapiede.

    Secondo me ilMater Bi ha il pregio, grazie anche al suo costo esagerato, di aver imposto a tutti l'uso delle borse di stoffa o di plastica rigida riutilizzabile.

  11. a dire la verità non mi si è ancora rotto un sacchetto. da quando c'è la nuova legge invece ho ricevuto un meraviglioso sacchetto di carta che s'è altrettanto meravigliosamente sfaldato sotto la pioggia costringendomi a portare la scatola che avevo acquistato (non ricordo più cosa fosse) in braccio…

    Secondo me ilMater Bi ha il pregio, grazie anche al suo costo esagerato, di aver imposto a tutti l'uso delle borse di stoffa o di plastica rigida riutilizzabile.

    su questo non mi trovo d'accordo. da quando è passata la legge, vedo la gente usare i sacchetti esattamente come prima, solo che adesso puzzano!

  12. secondo me hanno odore di dado da brodo

    ciao

    fab

  13. anche qui si iniziano a vedere questi sacchetti biodegradabili, ma non puzzano, o almeno non me ne sono accorto!

  14. oddio, a me piace l'odore dei nuovi sacchettoni… mi odi?

  15. @fab: a me ricorda un po' il compost…

    @dedee: magari voi siete fortunati. anche qui in effetti ho visto dei sacchetti nno puzzoni. ma nei supermercati fetono sempre…

    @blixxxa: ma no, perché odiare. ti si accetta così, nel bene e nel male…

Rispondi

-->