Shooting the stars

| 22 commenti

Shooting StarNegli ultimi tre minuti mi sono sempre chiesto che cosa può spingere qualcuno a scrivere su un blog la sera del dieci agosto. In effetti non lo so, però il cuba libre che mi sono fatto è riuscito parecchio bene, anche senza il lime.

Mah, sarà che c’è nuvolo e le stelle cadenti non si vedono, che poi quelle cazzo di stelle cadenti non è mica che li esaudiscano davvero i desideri. Cioé, anche lì bisogna distinguere, perché ci sono diverse teorie su quando e come esprimerli, che magari scopri che è solo una questione di metodo sbagliato.

Ci sono quelli che dicono che basta pensare un desiderio dopo che hai visto una stella cadente, in un momento qualsiasi. Il metodo classico. Che però nel mio caso non ha mai funzionato.  Come anche a voi, penso. Lasciatevi guardare un pò in faccia… no, neppure a voi.

Poi ci sono i teorici puri e oltranzisti: costoro affermano che il desiderio deve necessariamente essere espresso MENTRE la stella cade. Che a pensarci bene può avere anche un senso:  no, dico, voi ci avete mai provato a pensare un desiderio prima che la stella scompaia? E’ DIFFICILE! Quanto a lungo può essere visibile una stella cadente? Un secondo, massimo due, toh.

Il trucco sta nel ridurre il succo del desiderio al minimo essenziale, sono capaci tutti a pensare robe tipo "vorrei avere una lunga vita felice, BLAH BLAH amore, BLAH BLAH tanti soldi BLAH BLAH BLAH la salute, BLAH BLAH Jessica Alba che mi fa un pompino vestita come in Dark Angel, dopo avermi preparato un Long Island Ice Tea", le solite cose, insomma.
Ci vuole sintesi! Io, che sono furbo, qualche anno fa ho passato ore sul terrazzo a scrutare il cielo, ripetendo "figa figa figa figa figa figa". Non è caduta nessuna stella, naturalmente. Altrimenti non sarei qui a perdere tempo con voi. Buona notte.

22 Comments

  1. concordo con la teoria: il desiderio deve essere espresso all’istante. Ma tu l’hai adottata male, non devi ripetere “figa, figa, figa….” all’infinito, ma devi materializzare nell’istante stesso in cui vedi il bolide la monade della figa nella tua mente. Dev’essere un riflesso istantaneo.

  2. quindi se non ha il riflesso istantaneo c’è qualcosa che non quadra nella sua testa? 😀

  3. bah, il riflesso istantaneo non è un problema, come per tutto il genere maschile.

    guardi una minigonna e pensi “figa”, sali su un autobus e pensi “figa”, compri i cereali al supermarket – “figa”, da vecchio ti cambiano il catetere e comunque non puoi pensare che “figa”. ce l’abbiamo nel DNA.

  4. porca miseria! Un altro San Lorenzo coperto dalle nuvole…ho montagne di desideri inespressi per colpa delle nuvole! E ora dove li metto?

  5. Io ieri non c’ho nemmeno provato… ke pizza… cmq è vero i desideri non si avverano mai, e poi nemmeno io riesco ad esprire il desiderio mentre la stella cadente sta passando… quando è passata di solito sono ancora li ke penso a ke desiderio sia il caso di esprimere… non ho speranze… 😉 Notte… Clà

  6. roja: io li ho infilati sotto il letto, inseme a tanta altra robetta di cui non voglio appurare la natura o le intenzioni…

    follettina: preparati una lista, in certe cose vale la pena applicarsi un po’…

  7. occhei occhei, vi serve il piccolo Piero Angela.

    la data canonica del 10 Agosto è una convenzione nemmeno molto furba, visto che

    In realtà questa data, in cui tutti stanno col naso per aria per cogliere una stella cadente ed esprimere un desiderio, si è spostata di qualche giorno più avanti. Da qualche anno, infatti, il fenomeno delle lacrime di San Lorenzo si verifica in modo più visibile nella notte tra il 12 e 13 agosto. Si tratta di polvere prodotta dalla disgregazione di meteoriti che entrano nell’atmosfera terrestre bruciandosi per attrito o di polvere lasciata dalle comete…

    (il direttore del planetario di Ravenna)

    Enjoy!!! 😉

  8. …rrright… ma i desideri?

  9. deve esserci qualche vizio di forma nel modo in cui li esprimi… conosco alcuni buoni avvocati che potrebbero aiutarti, appena dirimono un paio di faccende al foro genovese :-PP

  10. Oddio, non riuscivo a smettere di ridere,comunque: il desiderio va espresso o mentre cade la stella,se sei lì ad aspettare da due ore con lo stesso desiderio in testa,o ,al massimo, un attimo dopo che la stella sia caduta.

    Però vedi…un piccolo desiderio secondo me te l’ha realizzato a forza di dire “figafigafigafigafiga”….

  11. intendi dire il torcicollo? o magari la cervicale? si quelli me li ha esauditi, anche se non li avevo espressamente richiesti 😉

  12. che pignolo sto tambu eh?!

  13. Questo post pare resuscitato proprio per me!

    Ormai sono anni che scruto il cielo in estate e a novembre (sì, anche a novembre ci sono le stelle cadenti!!), vedo tantissime meteore che passano e puntualmente non succede nulla.

    Io esprimo il desiderio chiudendo gli occhi appena vista la stella e riaprendoli appena espresso il desiderio… furba eh? Così se ne passano altre non le vedo! Anzi, spesso penso che mentre sono lì con gli occhi chiusi si vedano scie luminose che manco con i fuochi artificiali, poi quando li riapro il nulla… mi prendono per il culo da anni, insomma!

    Io esprimo sempre lo stesso desiderio da sempre, ma d’ora in poi cambierò metodo: terrò gli occhi bene aperti e sintetizzerò tutto ripetendo ossessivamente “cazzo, cazzo, cazzo…” ;o)

    (Ma quando le stelle cadono, fanno rumore?) ;o)

  14. io ho maturato la convinzione che siano tutte balle. e forse nemmeno babbo natale esiste davvero, ma mi devo informare meglio.

  15. Ok, informati per bene e poi dimmi.

    Mi raccomando, conto su di te.

  16. occhei, ci provo. ma col computer impallato non garantisco niente…

  17. Eheheheh…Certo che tu sei proprio romantico sotto un cielo stellato! 😉

  18. sono un romantico un po’ dapperttutto, questo spiega il mio scarso successo con l’altro sesso, nonostante non sia deforme e/o mononeuronico…

    anche se in effetti questa seconda caratteristica potrebbe aiutare, in talune circostanze…

  19. Ste donne non capiscono proprio niente…

  20. inizio a temere che capiscano più di quanto vorrei

Rispondi

-->