Self and the City

| 37 commenti

Adesso ho capito. Ho finalmente capito perché, fondamentalmente, "Sex and the City" mi sta antipatico. No, non c’entra il fatto che non sono donna, e neppure gay, checché ne dicano le solite malelingue. Certo, se davvero mi fottesse qualcosa dell’ultimo meraviglioso paio di sandaletti sfoggiati da "Faccia da cavallo" Parker, beh, allora magari guarderei la serie con maggiore interesse. Ma qui sto parlando d’antipatia, non di noia. Cristo, ormai dovreste conoscermi, lo sapete che in tv sono capace di guardare TUTTO. E quando dico TUTTO intendo dire QUASI TUTTO. Pure io ho dei princìpi.

In fondo SATC (come la chiamano gli intimi, o quelli che ne hanno per il belino di passare ore alla tastiera) non è scritta male. E comunque se uno si ricorda gli occhiali di Dwayne Wayne, ha perso ogni diritto a fare lo schizzinoso in fatto di telefilm. Per tutti gli altri c’è ancora una speranza.
Ma dicevamo. Ho capito perché sono sempre stato pervaso da una certa qual voglia di tirare padellate in faccia a tutti i protagonisti di SATC. E non solo per infierire sulla faccia della Parker, c’è di più.

Quello che mi dà fastidio, e mi ci sono voluti anni per mettere a fuoco, è lo sfrenato elogio dell’egoismo. Tutti i personaggi principali (maschi e femmine, sia inteso, non solo le quattro allegre zoccole metropolitane) sono talmente ripiegati su loro stessi da non avere coscienza di ciò che accade all’esterno. Impiegano così tanto tempo, ed energie, a concentrarsi sulla loro felicità, sui loro desideri, sui loro casini, e sulle loro immancabili regole, da non accorgersi che, così facendo, piantano sul percorso paletti davvero molto difficili da seguire.* Perfino da loro stessi, figurarsi poi da eventuali altri. Amici, amori o amanti che siano.

"Faccia da cavallo", alla fine, non è affascinante, è patetica. Non è adorabile, è odiosa. E con lei tutte le altre e gli altri. Anche gli uomini, per quanto poco rilevanti nella serie, partecipano allo stesso copione. Il fatto che la serie sia piuttosto "witty" (mi piace questo vocabolo inglese, in italiano si più rendere con una parola diversa ma anch’essa molto bella: "arguta") è un’aggravante, non un valore aggiunto. Perché la misura d’intelligenza utilizzata per scrivere la serie è stata messa al servizio di valori negativi. La conoscete no la faccenda dei talenti, vero? Non fatemi rispolverare la Bibbia, chissà dov’è finita!

Per concludere in modo breve e sintetico (troppo tardi, ormai, temo): Sex and the City è il Dimonio. E se seguite il suo insegnamento perverso finirete all’inferno.

* So che qualcuno sarà tentato di rinfacciare a me questa stessa frase. A costoro dico: fatevi i cazzi vostri!

Sarah Jessica "Faccia da Cavallo" Parker: davvero volete che costei sia il modello di donna che la vostra ragazza seguirà? Fatevi un favore, distruggete la vostra TV. O se non potete fare a meno di 90° Minuto, cancellate La7 e Comedy Central dai vostri canali, tanto la vostra compagna non riuscirà mai a risintonizzarli.

37 Comments

  1. mi vanto di non averne mai visto neppure una sequenza, ti do ragione sulla fiducia!

  2. tu però sei lo stesso coinvolto, per due motivi distinti:

    1. ricordi gli occhiali di dwayne wayne

    2. hai visto al cinema “Pazzi a Beverly Hills”, con Sarah Jessica Parker che all’epoca era “poppe spettacolari parker” non “faccia da cavallo parker”….

  3. Sta masticando un chewingum!

  4. Come spesso ti succede hai “linearizzato” i miei aggrovigliati pensieri. Pensavo non mi piacesse perché l’argomento è lo sbandieramento “senza falsi pudori” del sesso (ma pensa te!), invece è come dici tu. In fondo, quanti pornazzi “ho visto cominciare..” senza mai esserne deluso?! E’ proprio che sono una mandria di egoisti, e anche fin troppo stereotipati se posso aggiungere!

    SATC sarebbe anche un ottimo nome per un canale satellitare..

  5. Ma a te piaceva anche friends, ed anche gli “amici” erano un monumento all’egotismo selfish..

    Secondo me non ti piace e basta..

  6. auriga: oppure ha un enorme pezzo d’insalata tra i denti.

    secchin: egoisti si, stereotipati è inevitabile in una serie, però piuttosto plausibili…

    panchin: ma cosa? ma quando? gli “amici” erano un monumento all’egotismo selfish? a parte che non mi fanno impazzire, come ho scritto qualche post fa, ma poi era una serie comica. le due cose non sono minimamante paragonabili. ne hai mai visto qualche puintata, dell’una o dell’altra serie?

  7. A me di SACT piace soprattutto l’arredamento delle case, i vestiti, etc. (non so come si chiami, sara’ forse la scenografia?). Mi piace ma trovo che tratti di un sacco di panzane romantiche e che alle quattro zoccolone farebbe bene all’anima ritrovarsi con qualche dollaro in meno; allora si’ che penserebbero a roba seria.

  8. ot. sarete felici di sapere che le mie sigarette di foglie di marshmallow e petali di rosa sono arrivate oggi dall’Inghilterra. ancora non ho avuto il coraggio di fumarle.

  9. Foglie di marshmallows? Ma i marshmallows non erano le “toffolette” batuffolose?????

  10. si’, esatto. io quando mangio i marshmallows ne mangio sempre talmente tanti da stare male, cosi’ poi per qualche anno non ne mangio piu’. mi compro quei bei sacchettoni giganti e mi spazzolo quelli bianchi piu’ volentieri di quelli rosa, pero’ crudi, arrostiti non mi dicono piu’ di tanto, e neanche sciolti nel te’.

  11. hardla, secondo me tu credi che la gente segua dei modelli spinta da forze misteriose, mentre io credo che, oggigiorno, con tutti gli stimoli che ci sono, uno i modelli se li scelga. in base alle attitudini, per carita’, ma se li sceglie. quindi se una ha piu’ di dodici anni ed e’ cosi’ cretina da voler fare come Carrie della TV, la colpa non e’ solo degli autori della serie.

  12. io ricordo Dwayne Wayne e il suo leggere muovendo le labbra, ma non ricordo i suoi occhiali.

  13. no, io credo che la gente segua dei modelli spinta dalla tv (tra le altre cose), non da improbabili forze misteriose.

    per questo motivo sono convinto che, nei limiti dell’umana noia e senza esagerazioni, la tv deve tendere all’intelligenza, e soprattutto ad un suo uso non dannoso. potrei perfino spingermi a dire “positivo” ma sarebbe troppo fricchettone come conceto.

  14. Ma la foto di Sara J Parker l’hai photoshoppata tu?

    Mi dai il link all’originale?

  15. no, no. l’ho presa da un sito di gossip. è originale e garantita….

  16. Sì… soprattutto il chewing gum 😀

  17. ti pare che se avessi voluto storpiare un’immagine avrei messo solo un chewing-gum? avrei esagerato di brutto! il fatto è che i paparazzi scattano a ripetizione, se ne fregano se hai la cicca in bocca o no. anzi peggio vieni, più soldi fanno con la foto…

  18. non ho mai sentito parlare di Dwayne Wayne, ma se è quell’uomo della foto mi fa senso, come anche eddi murphi. in quanto a sact, io lo guardo quando torno a casa dalle recite e mi concilia il sonno. a me piace, non so perché, non mi entusiasma, non sono una patita di scarpe, non vorrei vivere come nessuna di loro, non mi interessano i vibratori, però la serie mi piace; forse mi piace perché sono nel letto; e poi non è necessario sapere che cos’è successo una puntata prima; ogni episodio basta a se stesso.

    comunque scrivi davvero bene e dovresti fare il giornalista o l’opinionista. secondo me hai davvero talento, sia nel modo di scrivere che di pensare. ma certo che dovrei essere qualcuno per poterlo dire, altrimenti è presunzione; comunque me ne frego della presunzione, fa lo stesso.

    kutuzov, le sigarette alle erbe fanno veramente schifo, per cui quando le fumerai ragiona sul fatto che effettivamente fanno schifo, ma anche quelle con la nicotina fanno schifo, e l’unico motivo per cui le fumi è perché ti intrappolano con la nicotina, non per altro.

    come sono prolissa, è incredibile!

  19. io ho una collega che assomiglia a sara jessica parker, e secondo me è stupida e merdosa. così, tanto per far confluire dati sulle fisionomie.

  20. Ma Dwayne Wayne non era il ciccione di “Saranno Famosi”? Mi sa che ricordo male…

    Anyway, perche’ credi che solo la TV dia dei modelli? Io non volevo per niente essere come gente della mia famiglia – per esempio – ma i modelli li ho trovati ovunque, non solo nella tv. Ossia, uno prende spunto da acune cose: PREsempio, quando ero convalescente, mi capito’ di leggere “Sense & Sensibility”, mi riconobbi nel personaggio di quella eccessivamente emotiva, capii che sbagliavo e cercai di essere piu’ come quell’altra (non ricordo mai i cazzo di nomi, forse erano Marianne ed Elisabeth o Eleonor), non ci riuscii ma sicuramente migliorai il mio stile di vita e imparai un sacco. E se non altro mi piacque molto il libro.

  21. marchesa: a me non dispiacciono queste sigarette alle erbe. Le fumo dalla finestra e mi fanno sentire quindicenne. Fanno male ai polmoni ma ne fumo un paio un giorno si’ e uno no, ma domani le porto nel bar e ce le lascio, per essere sicura di non prendere l’abitudine. Le fumero’ solo ai matrimoni.

  22. tranquilla kutuzov, non puoi prendere l’abitudine di quelle sigarette perché non contengono nicotina. o meglio, se vuoi puoi prendere l’abitudine, ma devi metterci tanta forza di volontà perché loro, da sole, non hanno nessun merito!!!

  23. marchesa: dopo aver letto anche questo commento ti chiedo per la terza volta se vuoi sposarmi. per quanto riguarda la faccenda dello scrivere e del fare l’opinionista, beh, in effetti avere un blog non è un po’ la stessa cosa? siamo un po’ tutti quanti opinionisti, è per questo che usiamo internet e non un taccuino nascosto nell’armadio…

    kutuzov: no, quello era Dwight Mendenhall (credo si scriva così, non ho voglia di controllare). Per quanto riguarda la faccenda della tv, nel mio commento avevo scritto “tra le altre cose”. Non c’è solo la tv, ovviamente, ma tra i mezzi di comunicazione di massa è senz’altro il più popolare, quindi quello che può fare più danni. E’ solo una mera questione di numeri. Eppoi non si dice che “un’immagine vale più di mille parole”? Figurati 30 immagini al secondo…

  24. la TV propone una tonnellata di modelli, da Heidy a Rachel Green, da Carrie a quella di CSI. poi una si sceglie i modelli che vuole. io voglio essere come la principessa Sissi o come quella di Dodici lo chiamano papa’ ma non riesco. Mi sento piu’ come quello del quadro di Teomondo Scrofalo.

  25. Sei il solito bastardo, a me non ha mai chiesto di sposarti.

  26. ha = hai.

    sono marcissima, raga.

  27. pensa che a me, a parte hardla, non ha mai chiesto nessuno di sposarmi! ed è strano, perché se io fossi in un altro sposerei una persona come me!

  28. hardla, intendevo dire che potresti farlo per professione, in televisione, alla radio, ovunque. insomma, diventare molto ricco, poi sposarmi ché qui tra poco chiudono tutti i teatri! comunque nel frattempo puoi preparare una bozza del contratto prematrimoniale e vediamo se mi sta bene.

  29. Adoro quando l’Hardla prende prese di posizioni del genere.

    Ora so anch’io perché mi stanno sulle balle. Oltre al fatto che non fanno ridere.

    Grazie.

    Amen.

  30. P.S. Non riesco a lasciarti un commento su Hardla in Motion. Sono io o sei tu?

  31. Mio Dio è peggio di julia Roberts… Comunque lei ha fatto un altro film:

    “L’uomo che sussurrava a Sara jessica parker”

  32. nevernevermore: si, e i programmi di più successo propongono i modelli più seguiti.

    kutuzov: unicamente perché eri già sposata, ci mancherebbe!

    marchesa: si, il mio agente sta vagliando le proposte. siamo indecisi tra il programma “Matrix” e la pubblicazione editoriale “Ninfomani Abbronzate”.

    Darò mandato al mio legale di prepararti la bozza.

    seaweeds: a te se in un programma non si tirano le torte in faccia non sei contento. (carrie, samantha e charlotte, stanno bevendo il loro cocktail in un locale alla moda di manhattan, arriva miranda di corsa, vestita come roland mcdonald e inizia a tirare torte alla panna)

    franchio8: e pensa che lei interpretava l’uomo….

  33. miii sta qui mi fa impressione tutte le volte che la vedo! Non potresti mettere la foto più piccola?

    Il vostro Subcom sloggato

  34. Devo essere l’unico essere di sesso femminile in Italia che non ha mai visto una puntata di Sex & the City.

    Anzi, devo averne visti due minuti, sufficienti a farmi capire che è una CAGATA PAZZESCA.

-->