Saldi mortali

| 36 commenti

Non so se la cosa che più m’ha sconvolto di questo manichino è che il suo pacco sia in saldo, che abbia assunto la posa più stronza del mondo, che in questo caso sia semanticamente corretto parlare di "addominali scolpiti", oppure che sia senza ombra di dubbio il manichino più frocio che abbia mai visto. Si lo so, frocio è politicamente scorretto, oltre che un brutto insulto. Avrei dovuto evitare parole simili, avrei dovuto scrivere gay. Ma andiamo, ‘sto manichino è proprio frocio.
Non ci sono peni.

36 Comments

  1. Però ogni tanto ti fai i capelli così anche tu.. (?!)

  2. se inizio ad andare in giro così allora sei autorizzato a sospettare….

  3. Beh, ogni tanto c’è qualcuno che parla come mangia.

    E i gay mica s’offendono se li chiami froci, dipende dall’intonazione della voce … eppoi Hardla : io di manichini ne ho fotografati ma femminili (sono così perverso da eccitarmi pure per quell’inerte plastica), tu mica sarai un criptofrocio ?

    E’ per caso un manichino di quell’artista di Ferrara ?

  4. è la questione delle pari opportunità: anche i manichini maschi rivendicano il loro diritto di essere esposti come la fabbrica li ha fatti, e devo osservare che la lotta non è ancora finita! Le manichine femmine sono esposte nude ormai da anni nelle vetrine in allestimento; era ora che qualcuno si ribellasse, e che cavolo!

  5. ‘ndo sta ‘sto negozio???

    secondo me la cosa più sconvolgente è il pacco in saldo.

    e cmq non è un saldo a norma.

    manca il prezzo iniziale e quello finale.

    secondo me è UN PACCO.

  6. bufalo70: ritengo di non essere criptofrocio, ho solo uno spiccato e perverso gusto per le minuzie stronze, e perciò le immortalo, per farvene dono…

    marchesadesade: nulla da eccepire sulla nudità delle manichine, ma le creano in posizioni altrettanto stronze?

    da0a10: quello nuovo di mutande all’inizio di via XX settembre, di fianco al negozio vostro compagno di franchising. quello che mentre ci facevano i lavori dentro aveva esposto gigantografie di juliana moreira e alena seredova quasi nude. ah… juliana moreira….

  7. Anche gli omosessuali compreranno ai saldi…

  8. comprano manichini in pose stronze?

  9. si, hardla, anche le manichine assumono posizione stronze! e avevo anche una testimonianza fotografica, ma non riesco a fare il copia-incolla.

  10. maledetta tecnologia! orsù, riescici!

  11. non è colpa della tecnologia, sono io che sono tecnolesa.

  12. tecnolesa è un vocabolo meraviglioso! Marchesa, vuole sposarmi?

  13. Confermo il mio pregiudizio sul fatto che fa male andare in giro per saldi…..

  14. se accettate il fatto che sono poliandrica certo che vi sposo! Ho sempre desiderato un accento genovese nei miei amplessi multirazziali!

  15. paolav: figurati disegnare manichini…

    marchesadesade: beh, ma allora vuole esagerare. per la scelta del vocabolo e per il suo significato! comunque se è per l’accento, ha mai immaginato di sentire il gabibbo sussurrarle con trasporto frasi intime, nel buio di una alcova appena appena vissuta?

    non credo sia molto romantico. almeno credo….

  16. @ Hardla #6 : di questo te ne sarò sempre grato.

    Appena appronterò una sezione del sitone completamente dedicata a bambole, bamboline e manichine, te lo farò sapere …

  17. una mia amica è stata fidanzata alcuni mesi con il Gabibbo, dice che a letto era fantastico. Poi si sono lasciati e lei si è messa con Five, quello di Paolo Bonolis, non so se te lo ricordi…

    La parola “poliandrica” l’ho imparata da poco e volevo usarla a tutti i costi, altrimenti diventano come quegli abiti belli che si lasciano negli armandi in attesa di un’occasione speciale.

  18. Signora Marchesa, lei fa benissimo a sviscerare il lessico italiano.

    … la sua amica per caso si chiama Ilona Staller in arte “Cicciolina” ?

    Perchè Five (se ricordo bene) era un pupazzo ispirato al biscione milanès e di Canale 5.

  19. ma voi dimenticate che gran parte del fascino di Five derivava dalla profonda voce suadente di Marco Columbro. no, dico, come si fa a resistergli?

    comunque capisco benissimo l’urgenza d’usare parole tanto belle. anche io provo l’impulso epistemologico d’utilizzarle ad ogni costo. anche a sproposito, se è il caso.

  20. marco columbro? non lo sapevo. ma bonolis c’era? comunque ho saputo che l’impuslo epistemologico ha spesso una connotazione apotropaica, anche se è tutta questione di ermenutica, a livello ontologico, intendo.

  21. Si, la voce di Five era proprio di Columbro. Bonolis presentava Bim Bum Bam su Italia1, con Manuela e il pupazzo Uan.

    a meno di errori a livello scatologico, naturalmente….

  22. Manuela Blanchard… uno dei miei sogni erotici infantili…

  23. ma allora sono confusa. io per five intendevo uan. questa si che è mancanza di ignoranza.

  24. certo che si guarda quello che propinavano e quello che propinano a dei fanciulli innocenti ci si spiega il perchè di come va il mondo.

    sono traumi, in fondo!

  25. fry: five è quello con la maglia verde, per inciso…

    se il tuo sogno erotico da bambino era manuela, allora eri un precoce depravato.

    marchesa: sono costretto a ritirare la mia proposta di matrimonio per palese mancanza di fondamentali….

    anonimo: perché invece le fiabe in cui si progettavano banchetti a base di bimbi…. prima ancora del comunismo, per giunta….

  26. Probabile.

    Gnocca era gnocca.

  27. non è in discussione. lo eri.

  28. E’ stupefacente come trovi spunti interessanti in questa città banale.

    C’era anche Four, che era un orsetto, e che ovviamente era su Retequattro, però non mi ricordo più il né la fanciulla con cui interagiva né il nome del contenitore pomeridiano.

    Forse googlando o wikipediando, quando ho tempo ci provo.

  29. che c’è? pigli per il culo?

  30. No, no, mai stato più serio.

    Non ho detto che hai fatto un reportage da pulitzer sulla guerra in Vietnam, dico che hai l’occhio per scovare cose interessanti dove non ce ne sono.

    Se fossi passato davanti a quella vetrina prima del tuo post probabilmente avrei tirato dritto senza notare nente, adesso invece se becco il rosso al semforo, dò sempre un’occhiata a quella vetrina. Ah, a proposito mi sembra che abbiano scambiato i due manichini e ora l'”uomo” è a sinistra.

  31. si ogni tanto li spostano perché fa troppo triste tenerli sempre nella stessa posizione. io ero abituato a guardare quel negozio ancora prima che aprisse, forse perché c’erano due gigantografie 5mx1,5 di alena seredova e juliana moreira seminude. aaah… juliana moreira…

    forse è per questo imprinting che ho notato il manichino stronzo….

  32. MA dove è sto posto?

    Via XX?

  33. Triumph, inizio via XX

  34. @ Fry Simpson:

    Sì, è quello che ti spara le luci in faccia invece che nella vetrina, in fondo a Via XX dal lato opposto della Fnac.

  35. Ah sì ho capito il negozio, si vede che da quando hanno messo il manichino in questione non mi ci è più caduto l’occhio.

Rispondi

-->