Minchionando con le apparenze

| 77 commenti

E’ un po’ che non presento video minchioni, qui sul blog. Ed è un peccato, un po’ perché in giro si trovano proprio delle belle cosette, un po’ anche perché mi leva il fastidio di dover inventare qualcosa da far leggere a voi insaziabili belve succhia-anima!

Questa è una gran bella pubblicità, lo dico seriamente. Fa riflettere, davvero. Fa capire su quali percentuali di realtà si basano le nostre erezioni mentre sfogliamo le pagine del Postalmarket di mamma, sezione biancheria intima. Oppure le riviste di gossip dal parrucchiere (e qui ricordo che per definizione le riviste di gossip si leggono solo dal parrucchiere, qualsiasi altro utilizzo è altamente vietato dall’Associazione Mondiale Veri Maschi Eterosessuali). Guardate qui, e poi ne riparliamo.

Una gran bella pubblicità, dicevamo. Solo che la Dove, con questa serie di spot, rischia di far passare il messaggio sbagliato: insomma, è giusto smascherare chi vuole apparire figa ricorrendo a ignobili trucchi visivi, ma non vorrei che le donne, rivelata a tutti questa finzione patinata, sentissero meno l’urgenza di diventare sempre più attraenti, accontentandosi del vero aspetto donato loro da Madre Natura, nell’illusoria convinzione che la Perfezione Estetica non esista. Invece esiste! E dovete raggiungerla, per noi. Anzi, per me. Fanculo gli altri.

E già che ci siamo la Dove deve smetterla di usare donne chiattone e/o vecchie per i suoi spot di creme solari. Se voglio vedere una chiattona abbronzata, vado alla spiaggia sotto casa. Mica ci becco Adriana Lima, nelle spiagge di Genova. Se ci tolgono anche gli spot TV, dove arriveremo mai? Saremo costretti a fantasticare di donne reali. Brrrrr….

Visto che questa puntata rischiava di essere troppo seria, adesso vi beccate anche il video-parodia di quello appena trasmesso, così imparate. Buona visione.

77 Comments

  1. Stupenda la parodia! 😀

  2. ma il messaggio di dove è l’esaltazione della donna normale! ci pensi se a voi maschi vi martellassero con le misure del pene? e vi dicessero che se lo avete inferiore ai 26 cm siete degli ipodotati?

    Io ringrazio Dove, tu ringrazia che nessuno abbia aspettative troppo alte nei vostri confronti (e non sono una femminista sfegatata).

  3. Più che altro la Dove sfrutta la frustrazione da ansia-di-prestazione-da-velina per vendere il sapone.

    Io mi sentirei presa per il culo due volte. Prima dai media “se non sei una velina non sei attraente” e poi dalla Dove “le fighe non esistono, noi sappiamo che tu sei figa dentro, compra il nostro sapone”.

    Poi fai te…

  4. io mi sento un po’ rocchetta.

  5. marchesa: ma va? pensavo che il messaggio fosse “comprate cartelloni pubblicitari”… leggi tra le righe!

    fry: no, beh. però hanno il coraggio di impostare così le loro campagne pubblicitarie, non è solo uno spot ruffiano. ne hanno fatti anche altri, tutti sullo stesso tenore. lo trovo una piacevole variazione sul tema, soprattutto in questo periodo in cui è sempre più alta la polemica sul tipo di bellezza propugnata da media e stilisti.

  6. fry, oggi ho fatto l’esame di statistica, non mi sento più di ragionare. non riesco a capire la logica del tuo commento ma magari ci ritorno su domani e me lo risolvo.

  7. Non fa niente, fatti una bella doccia con Dove e starai meglio ;D

  8. dai, non mi sgridare. in questo momento non sono capace neanche di spegnere il computer senza leggere le istruzioni. dicevo solo che le donne devono rispondere di grandi aspettative, ma non volevo fare la barbara palombelli dei poveri.

    Guarda, la verità è che ho fatto la testimonial per dove e allora mi sono sentita sminuita. ecco, l’ho detto.

  9. Pensa che io ho fatto da modello per il “dopo” dello spot parodia…

  10. pensa che io ero quello che usava Photoshop in entrambi gli spot…

  11. comunque è vero, quelli che ce l’hanno meno di 26cm sono dei poveri sfigati e io li compatisco…

  12. Sì, 26cm sono proprio il minimo!

    E per la lunghezza, invece?

  13. 26, uguale.

    praticamente un cubo….

  14. HUA HUA HUA!!!! un cubo, davvero divertente! e la donna cosa deve avere? un box auto?

  15. E piccolo non va bene, e grosso non va bene… ma allora dillo che non ti piace il belino!

  16. sei sempre il maestro delle metafore fini, Fry….

  17. è sempre bello ritrovarsi tra pochi eletti a parlare di poesia.

  18. Mi dissocio sulla poesia, facciamo che il minimo sindacale dev’essere 32, cosi’ vi frego a tutti!

    E poi… ma nessuno ha pensato che siamo sempre alle solite? le donne vengono migliorate, ma gli uomini che sono perfetti senza ne’ creme ne’ saponi, possono solo esser peggiorati.

    Eh, no! belin! non e’ giusto! che vi lavate!!!! chevi….

  19. eh, ma si sa che l’omo ha da puzzà…

  20. ovviamente sarà SICURAMENTE la mia connessione scadente, ma sono 10 minuti che i video non caricano…

    🙂

  21. si, mi spiace dirlo, ma è la tua connsessione scadente. prenditela col signor telecom o il signor iutub…

  22. pfiu!! appena dentro per un peletto nel minimo sindacale di Morgana…..

  23. Ah, ma allora eri tu l’attore protagonista di KATANGA?!

  24. panchin: ma lei mica parlava di peli. hai equivocato….

  25. Ti devo mica dire di chi è la Dove? No, perchè se vuoi te lo dico così capisci che Fry ha proprio ragione nel suo commento num.3. E va bene lo hai voluto tu: la Dove è della Unilever, la stessa che produce i gelati Wall’s, la maionese Calvè, la Findus ect ect.. Capisci bene che se tutte smettono di mangiare quelle robe lì e improvvisamente i brufoli spariscono e la ciccia non si forma più sulle parti sensibili LORO ci perdono! Meglio la donna “nature”. Che poi io sia d’accordo sul concetto è un’altro paio di maniche, ma che loro sfruttino questa frustrazione non mi va mica tanto.

  26. oh, comunque la parodia è stupenda!

  27. roja: sei malata, lo sai vero? e meno male che non si trattava della nutella sennò diventavano di moda pure i brufoli….

  28. Mah… sai, io in genere non sono antimultinazionale come la Roja.

    Però in questo caso vedere una multinazionale che con gli altri suoi prodotti e sponsorizzazioni alimenta il mito della donna-oggetto-perfetto e con un altro marchio gioca a fare “la comprensiva” con le vittime della sua stessa propaganda…

    …mi ricorda un po’ la Fiat che vendeva autoambulanze a un paese in guerra e poi tramite una controllata vendeva allo stesso paese mine anti-uomo.

    Bello: le mine creano il mercato per le autoambulanze. Marketing geniale.

    Ma a me piuttosto che farmi venir voglia di fare i complimenti alla fiat perché è così buona da vendere le ambulanze a chi ne ha bisogno mi vien da mandarla a cagare perché gli ha venduto le mine.

  29. paragonare i gelati alle mine antiuomo mi sembra un po’ ardito.

    poi che lo facciano per i loro porci comodi, quello è normale. la pubblicità si fa per questo motivo, non sono tanto ingenuo da pensare che una ditta paghi soldi solo per far passare un messaggio etico.

    ma se questo messaggio passa lo stesso, beh, tanto di guadagnato. eppoi non è che vanno in giro a dire che la maionese e il gelato fanno dimagrire…

    se una persona riesce a sentirsi a posto col proprio corpo, senza per forza essere Adriana Lima, e a mangiarsi ogni tanto anche un bastoncino Findus con sopra la maionese Calvé, beh, non ci vedo nulla di male….

  30. > paragonare i gelati alle mine antiuomo mi sembra un po’ ardito.

    Suvvia… i paradossi non sono paracarri messi sui dossi. Leggi fra le righe.

    Non vanno in giro a dire che i gelati fanno dimagrire, ma se 99 pubblicità le fanno fare ad Adriana Lima e alla Canalis ampiamente photoshoppate facendoti vedere stuoli di vitelloni che sbavano per loro snobbando la moglie chiattona…

    Poi devono avere una bella faccia di culo per fare il centesimo spot (tra l’altro su Internet, e non in TV in prime time come il culetto della Lima) dicendo C’è in giro “QUALCUNO” che distorce la percezione della bellezza… Meno male che ci siamo “NOI” che ti amiamo come sei (compra il nostro sapone e ti sentirai amata).

    Io dico solo che “QUALCUNO” = “NOI”.

  31. LORO fanno gli spot con la Lima? PROPRIO LORO? E lo fanno ADESSO? Delle marche summenzionate io ricordo in onda ora solo uno spot con un Capitan Findus e dei bambini, quel pedofilo di merda….

    E se anche fosse vero, tu ragioni come se le logiche di un gruppo multinazionale con una infinità di rami fossero coerenti ovunque. Beh, per esperienza ti posso dire che spesso si ignora quello che succede nella stanza affianco, figurati in una ditta completamente diversa, con un bilancio separato.

    Sono sempre pronto a sballarmi con una bella teoria della cospirazione, ma questa mi sembra molto campata in aria…

  32. Io uso l’olio

  33. buon per te…

    buon per te…..

  34. La self esteem basata sulla bellezza? Si, per gli affari loro.

    La stima è radicamento, plesso solare aperto ed energetico, una vita degna.

    Se hai stima sei bell*, non il viceversa.

  35. Per rispondere attendibilmente alle tue domande bisognerebbe fare delle ricerche che al momento non ho il tempo e la voglia di fare.

    Per essere onesti, diciamo che ho dei pregiudizi negativi nei confronti del marketing.

    Alla carenza di comunicazione interna, però, posso credere per quel che riguarda le informazioni che rimangono, appunto, interne all’azienda.

    Per quanto riguarda la comunicazione pubblicitaria (esterna by definition), che il megadirettore galattico della conglomerata non si accorga di eventuali incoerenze… bah…

    In sostanza: viva la real woman che per star bene con sé stessa non ha bisogno di “farsi coccolare” da un sapone che fa la pubblicità buonista.

    A me, personalmente, dà fastidio che tentino di vendermi un dopobarba lasciandomi emotivamente intendere (senza dirlo, mica sono fessi…) che mi renderà irresistibile alle donne.

    Allo stesso modo, mi darebbe fastidio che tentassero di vendermi un dentifricio dicendomi: se non sei brad pitt, nessun dopobarba ti farà trombare la jolie, ma usa questo dentifricio e scoprirai quanto sei bello dentro.

  36. Oh, poi magari sono io che sono troppo insicuro, eh?

    Magari quel dentifricio funziona davvero.

  37. no, per me le campagne di marketing tra ditte diverse di uno stesso gruppo non sono affatto concordate in modo unitario.

    quindi in sostanza mistai dicendo che se usano Adriana Lima photoshoppata sono degli stronzi perché impongono uno standard di bellezza impossibile da raggiungere, ma se non usano Adriana Lima photoshoppata sono degli stronzi lo stesso perché fanno i ruffiani?

    non se ne esce….

  38. Se ne esce se non lo fanno contemporaneamente.

    Manca la coordinazione? Che la mettano, e io non gli potrò più rinfacciare di tenere i piedi in due scarpe.

    Se a loro la coerenza non interessa non vedo perché io non dovrei farlo notare.

  39. finora hai solo immaginato che ci sia incoerenza. produrre cibo e sapone non è reato, né scandaloso.

    se poi ci fosse anche, per te sarebbe intollerabile, per me non intaccherebbe minimamente il valore di questa tendenza di umanizzazione della bellezza che dovrebbe essere seguito anche da altri. per me ci siamo spinti troppo oltre per quanto riguarda l’idealizzazione della bellezza, qualsiasi passo indietro è bene accetto. per qualsiasi motivo.

  40. Per esempio ho trovato che il marchio “Axe” (deodoranti e prodotti da bagno per uomo) è della Unilever.

    La prossima volta che vedi una pubblicità Axe, fai caso se non usa la donna oggetto “velinosa”.

    Ecco, sarà la prassi che io multinazionale mi limito a incassare i guadagni di tutte le mie conglomerate fregandomene se fanno campagne eticamente in contrasto fra di loro.

    Forse sarà anche il modo migliore (fra quelli legali) per massimizzare gli utili.

    Ma non corrisponde alla mia personale visione dell’etica.

    Io dico che per sgonfiare il mito della velina sarebbe meglio smettere di pomparlo.

    Mi stai subcomandantizzando. Un altro mondo è possibile, ma non se si accetta lo status quo in quanto tale.

    Que viva el guaranito!

  41. sbaglio ma ho portato un pò di serietà in questo blog frivolo? Dai su che non volevo! La mia era solo presa in giro nei miei confronti, a volte il mio essere contro lo enfatizzo tanto per fare personaggio. Comunque ha ragione Fry…anche se sullo spot Axe ha sbagliato perchè ora utilizza come testimonial quel figaccione di Ben Affleck che si fa fare le scarpe dal ragazzo dell’ascensore perchè il tizio usa Axe e quindi sciupatore di donne (tutte fighe…) mentre il povero Ben si deve accontentare degli sguardi solo perchè è Ben…continua ad avere ragione Fry.

  42. si, in effetti quello che gira adesso parla di uno sfigato che becca più di Ben Affleck…

    @Fry: per me meglio un piccolo passo nella direzione giusta, piuttosto che aspettare che si faccia tutto il percorso in una botta sola… in definitiva parliamo di questo, idealismo ideale contro idealismo pragmatico….

  43. @roja: si capiva che scherzavi, infatti io ne stavo discutendo con Fry, non con te… con te poi sarebbe anche inutile….

  44. Senz’altro.

    Meglio pompare un falso mito con una mano e sgonfiarlo con l’altra, piuttosto che pomparlo senza sgonfiarlo.

    Però se dal primo pragmatico passo vogliamo arrivare al secondo, terzo e quarto… c’è bisogno (anche) dell’idealismo che guarda lontano.

    Senza prima la macchina non la schiodi, ma senza quinta non arrivi lontano.

  45. Comunque secondo me Ben Affleck è uno stereotipo, come dire che Adriana Lima è una figa.

    Che poi Adriana Lima sia veramente una gran figa è tutto un altro discorso.

  46. Che poi perché chiamarla lima se poi finisce sempre con una sega?

  47. [Oh… a ‘sto punto l’angolo della letteratura ci voleva!]

  48. @ FrySimpson

    Ma ogni tanto voi uomini pensate anche a qualcos’altro?

  49. AurigaFenice:

    Ma se fino a quattro commenti fa stavamo discutendo di cambiare il mondo (mancavano solo il bicchier di wisky e il caffè)!

    Ma voi donne, ogni tanto, ce la fate a prestar attenzione ai discorsi degli uomini anche quando non riguardano le seghe?

  50. Fry, vuoi dire quando parlate di calcio?

    Riguardo alla bellezza: perche’ gli uomini non fanno uno sforzo in piu’ per apparire piu’ curati? Raramente ho visto donne con unghie mangiate a sangue, capelli orridi, peli sulle orecchie, denti sporchi, pelle non idratata. A volte la bellezza e’ questione di fortuna (o di culo, direbbe Fry), ma una donna bruttina di solito impara a valorizzarsi e puo’ diventare molto carina semplicemente usando un po’ di cipria e comprando un bel cappellino, mentre un uomo bruttino a volta diventa proprio una ciofeca, se neanche si lava i denti e si lava i capelli col sapone di marsiglia.

    E per finire dico che il fascino e’ molto piu’ importante della bellezza, quella pure se c’e’ svanisce, l’altro resta.

  51. Una volta ci avevo provato a valorizzarmi come dici tu, ma attiravo le attenzioni solo di altri maschi truccati e vestiti come me.

    Così ho deciso che se volevo attirare ‘na donna avevo da esse omo e ho smesso de lavamme.

    Le donne ora si tengono alla larga, ma in compenso anche i bulicci!

  52. Ah ah, bellissima la parodia… Cmq per la cronaca quella di dove è una fra le tante tecniche pubblicitarie, chiamata referenziale (Ogilvy), ovvero che si concentra su una caratteristica reale del prodotto (tipo l’1/3 di latte nel loro sapone); ovviamente avendo funzionato Dove ha poi tentato di valorizzare questo concetto di vero e di donne vere/naturali/non-ritoccate. Io non ci vedo niente di male, ma non vi illudete che ci sia una qualche ideologia dietro: loro vogliono vendere e basta!

  53. Fry, esistono le vie di mezzo! tra gli uomini meno sexy del mondo metterei i palestrati con il petto rasato, gli uomini coi capelli lunghi, i fighetti e i lampadati.

  54. Be’ però un palestrato col petto rasato non puoi dire che sia trascurato.

    Lo vedi che non basta curarsi del proprio corpo per piacerti?

    Chi si cura più di sé di uno che si fa il culo in palestra tre volte alla settimana e si strappa pure i peli dal petto?

  55. Ma un conto e’ lavarsi i denti e tagliarsi i capelli, un altro e’ conciarsi come Big Jim!

    Sto facendo una pausita mentre stampo le liste del baretto. Mi sfogo qui perche’ non voglio che la mia famiglia si preoccupi: la verita’ e’ che non ce la faccio piu’ a sostenere i ritmi del bar, se non ho crisi di pianto ho crisi di nervi. Oggi va bene ma basta un niente a farmi precipitare nello sconforto! Zob!

  56. sono perfettamente d’accordo con kutuzov e aggiungo gli uomini che si assottigliano le sopracciglia. Ma che manie sono?!?!?

    Fry, c’è una differenza tra l’essere curati e l’essere vanitosi. Se un uomo è vanitoso faccia almeno lo sforzo di non farlo notare! non c’è nulla di più antierotico!

  57. A sentire voi due non c’è nulla di più antierotico di un uomo.

  58. ti sbagli fry! solo non mi piacciono gli uomini patinati, mi danno sui nervi. a me piace il genere un po’ imbranato: così rassicurante…

  59. E allora che c’è di meglio che uno che tentando di pomparsi i muscoli in palestra riesce solo a farsi venire una sciatalgia e lampadandosi una scottatura? Cool! 😀

  60. il mio uomo ideale resta woody allen.

  61. AkioTakemoto: oh, si. ma se incidentalmente ci scappa un messaggio positivo, beh, tanto meglio…

    marchesadesade: e immagino che, di conseguenza, la scelta del tuo partner sia fortemente influenzata da questo tuo ideale… io ad esempio non potrei piacerti, certo sono un po’ imbranato e timidi, ma sono anche così mostruosamente bello (in modo naturale, non artificiale) che senza dubbio potrei solo farti schifo…

    kutuzov: dovresti metterti una connessione internet nel bar,così ti sfoghi sul blog quando hai un minuto libero, senza dover tornare a casa per farlo!

  62. fry: ben detto, fry! certe donne a parole desiderano l’uomo sensibile, ma poi si struggono d’amore per il decerebrato nerboruto che le cornifica in modo seriale ruttando fetide nuvole d’aglio!

  63. Da qui comunque non se ne scampa: annuncio, comunico ed affermo che i cappisti SONO TUTTI BELLI!!! (e vi risparmio, per ora, le critiche sulle multinazionali -che tanto sono d’accordo col subcomandante-, anche se la pubblicità un pò ruffiana della Dove non mi dispiace, giusto per invertire un pò la rotta sulle stra-fighe in favore della nostra autostima).

  64. Anche le CAPPISTE!!! :))

  65. Beh….. ad essere sincera come il baffo moretti- che trovo fastidioso, tra l’altro-l’uomo sensibile io l’ho avuto sempre…. come amico……però è vero che la bellezza esteriore non è assolutamente il fattore che determina la scelta del ragazzo e men che meno che fa durare una relazione!A me piace poter parlare di tutto con un uomo- cazzate e cose serie-ridere, rispettarsi, sentirmi sempre incuriosita da lui!

  66. com’è che sei tu Hardla??? Ma va laaa!!!!

  67. hardla, in effetti il mio fidanzato non è molto bello e tra l’altro non è neanche molto ricco, ma neanche poco ricco. potrei chiudere un occhio per il tuo aspetto stuzzicante (bell’aggettivo vero?) e passare sopra a tutte queste proprietà che ti rendono bello e impossibile, purché tu sia effettivamente imbranato come dici!

  68. Vai tranquilla Marchesa! ;-)))

  69. io vorrei un uomo piu’ o meno come il signor Kutuzov pero’ RICCO, perche’ mi son rotta i coglioni del bar e di vivere in una casa dall’affito economico. non funziona il gas (si spegne la fiamma mentre esce il gas); devo lavarmi i capelli con la brocca, per mescolare acqua ghiacciata e acqua ustionante; c’e’ una perdita di sopra; i vicini credono sia pazza perche’ mi apposto sulle scale a cercare di beccare il maniaco che non chiude il portone; la bambina non puo’ andare sul balcone perche’ e’ fatto male; la lavatrice e’ mezza rotta, la calderina pure; la bambina ha fatto tanti di quei danni ai mobili che dovro’ fare un mutuo per pagarli (oppure accendo sotto l’acqua e me ne vado, cosi’ non si vedra’ piu’ niente): sono alla frutta!!!

    vengo a casa a scrivere perche’ tra un cazzeggio e l’altro faccio i lavori di casa e gioco con la bambina. E ora devo lavarmi i capelli, porca di quella stramaledetta madre che partori’ il padrone di casa! (e’ un modo di dire spagnolo)

  70. Semopre bello tornare in un posto e vedere che è tutto come lo avevi lasciato!

    Un bacione e notte

    aleks

  71. Io le riviste di gossip le leggo anche dal dottore e dal dentista. Sono un pervertito?

  72. Seaweeds: Si, ma se non leggessi riviste di gossip saresti un pervertito lo stesso. E’ per quello che non vengo più a casa tua, mi fai paura.

  73. simmy il fattore estetico è quello che fa mettere insieme subito. poi si inizia a scavare nei difetti personali…

    marchesa: la timidezza e l’imbranataggine non mi mancano, sono mie caratteristiche di cui vado volente o nolente, molto orgoglione…

    kutuzov: hai fatto un errore strategico a dare ai tuoi l’indirizzo del tuo blog…

    aleks: come dire che qui c’è sempre la solita roba…

    seaweeds2: si! solo dal parrucchiere!

Rispondi

-->