Le piastrelle nella coppia moderna

| 26 commenti

Ne parlavo giusto l’altro giorno con un amico: io le dinamiche di coppia non le capisco. Non ho mai avuto storie sufficientemente lunghe da entrare nella routine. Ho una certa esperienza di situazioni incasinate di varia natura, ma la vita di coppia non l’afferro. E’ un’entità misteriosa e, come tale, la tratto con un timore reverenziale che molti troveranno inadeguato alla banalità della materia in discussione.
Un aspetto che trovo particolarmente curioso è quando le coppie si frequentano tra loro. Che fanno in quelle occasioni? Parlano di piastrelle? Si scambiano i partner sessuali? O magari entrambe le cose: organizzano piccole orgette tra loro e, successivamente, si scambiano opinioni sui rivestimenti in cotto più economici e duraturi?
No, lo dico subito, non ho il feticismo delle piastrelle. Personalmente preferisco il parquet. E’ che spesso frequento gruppi di amici felicemente accoppiati, e ogni volta spunta fuori la puntuale dissertazione dotta sulle piastrelle. Che poi m’è venuta questa pazza idea: che in realtà certi argomenti li tirino fuori solo davanti ai single. Una fine tecnica per sfiancarci con botte di noia mortale. Per costringerci a inventare frettolose scuse e scappare via. Poi, quando noi siamo finalmente andati a raggiungere altri esemplari della nostra specie, loro si concedono misteriose e inenarrabili perversioni sessuali coi partner altrui, protetti da solide e rassicuranti pareti domestiche e sostenuti da calde e confortevoli mattonelle in gres porcellanato.
O almeno è ciò che mi auguro.

26 Comments

  1. no niente trasgressioni.. dalla mia esperienza almeno ti assicuro, solo film in video cassetta

  2. studia questo cosi la prossima volta ti “diverti pure tu”…Buon WE PAnz

    Al cersaie le nuove ardesie multicolori di Ariostea: ne sono scaturiti quattro materiali in ceramica tecnica sorprendentemente fedeli ai modelli di cava e caratterizzati da mille sfumature e giochi cromatici

    L’ardesia è la pietra che forse più di tutte ci restituisce la suggestione di una natura ancora intatta, primordiale. Sarà a causa dei cromatismi, così ricchi e variegati, oppure delle superfici leggermente increspate, perfette così come nascono dal naturale distacco delle lastre. Il loro fascino vagamente esotico non si attenua col passare del tempo e delle mode, ma rimane inalterato per regalarci ogni volta sensazioni nuove ed ambienti unici in cui vivere.

    Per questo Ariostea ha dedicato tutto il proprio impegno alla ricerca e alla riproduzione di nuove ardesie che racchiudessero in sé questo fascino primigenio e che, grazie ad una tecnologia d’avanguardia, lo coniugassero a qualità tecniche introvabili in natura.

    Ne sono scaturiti quattro materiali in ceramica tecnica sorprendentemente fedeli ai modelli di cava e caratterizzati da mille sfumature e giochi cromatici:

    Ardesia Amarilla – dalle tonalità giallo e ocra -,

    Ardesia Aurora – un delicato e insolito rosa con sfumature dorate -,

    Ardesia Multicolor – un intreccio di declinazioni del verde e del marrone – ,

    Ardesia Vermelha – un intenso rosso-ocra sfumato di nero.

    Risultati eclatanti se si considera che si tratta di materiali omogenei nell’intero spessore, caratteristica che li rende alternative credibili ai prodotti di cava e che ne aumenta considerevolmente il pregio tecnico ed estetico. Di provenienza completamente naturale le materie prime utilizzate, per offrire materiali biocompatibili, realizzati attraverso un processo di produzione rispettoso dell’uomo e dell’ambiente in cui vive.

    L’estrema compattezza e uniformità strutturale delle nuove ardesie high-tech Ariostea in ceramica tecnica, le rendono particolarmente resistenti all’abrasione, al gelo, agli agenti chimici e al calpestio più intenso. Oltre ai diversi formati componibili fra di loro in geometrie variabili – 60×30, 30×30, 30×15 e 15×15 cm.-, classiche o più moderne composizioni a mosaico costituiscono il complemento ideale per ogni tipo di ambiente progettato, anche di quello più esclusivo.

  3. lalla: ma le videocassette non possono vederle quando ci sono io, invece che stracciarmi determinate parti intime con quei discorsi?

    panz.: ma vaff… mica voglio diventare un rappresentante dell’Ariostea

  4. ma che coppie frequenti????

  5. hahahahahahahahahahahahaah!!!

    assolutamente fa-vo-lo-so.

    Davvero, hai uno stile così sex n the city…

    favoloso.

    JAmes

  6. Mitico! Non mi rassegno ai discorsi da coppie neanche adesso che anche io sono in coppia… percorso involuto per dire che le serate peggiori sono quelle in 4-6-8 in regolare e seria formazione lui-lei. E (per fortuna vista la media dei miei amici) ti assicuro che finiscono proprio come iniziano: due palle!

  7. fantastico!!!!!!!! ahahaha ma sei uno spasso!! il tuo discorso mi ha fatto morire!! e lo dico sul serio perchè la penso più o meno come te!! ^_________^ ho visto che sei di genova!! ma lo sono anche io!!! beh ti lascio un abbraccio grande!!

  8. ahhahaaha è tutto verooo 🙂 e te lo dice una tornata single da poco;)

  9. tambu: in che senso? perché parlano di piastrelle? o perché immagino cose turche?

    James: lo prendo come un complimento, anche se sono più giovane e decisamente poco donna

    serpe: c’è solo una cosa peggiore, quando i gruppi sono da 5-7-9, e tu sei l’unico elemento dispari

    soffiodarya: belin, secondo te mal comune può fare mezzo gaudio?

    ilsolecheride: mmm, si, ma cosa? la parte delle piastrelle o i festini privé di scambio di coppia? o entrambe le cose?

  10. mai pensato che “piastrella” sia un nome in codice??

  11. Quella frase l’ho scritta sotto ispirazione divina:

    la gatta (è diarrotica e le ho anche dedicato un intervento) stava scagazzando per casa gocciolando passo per passo, mio fratello guardava la tv e io mi rodevo il fegato mentre mi sbrodolavo addosso la panna che sarebbe dovuta finire nella carbonara e pensavo a un ragazzo che non sopporto. E così, chiazzato da panna da cucina, con la gatta puzzolente che mi si strusciava sulle gambe e mio fratello che coltivava la sua peggior dipendenza (la talpa!) hoi avuto il lapsus.

    Poi ogni modifica e commento è ben accetto.

    =)

    Ma l’idea che possa essere una parole in codice “piastrella” è sconcertante, ora ogni volta che qualcuno mi parlerà di pavimentazioni.

    Wow.

    JAmes

    JAmes

  12. … anch’io trovo le uscite di coppia un po’… indefinibili! Aboliamole 🙂

  13. Guarda, io sono un esperto di vita di coppia. Nel senso che sono fidanzato da 11 anni.

    La cosa che rimpiango di più sono proprio le uscite con gli amici… Non che in questi anni abbia rinunciato del tutto, ma purtroppo, per forza di cosa, diventano rare… sempre più rare, perché inevitabilmente se hai la ragazza non puoi farti i cazzi tuoi e un po’ perdi i tuoi “giri”. Certo non esco da solo il sabato sera… come fanno certe coppie che non riesco a comprendere.

    Effettivamente hai ragione, mediamente le uscite in doppia coppia o multipli di due con egual numero di uomini e donne, sono una rottura di palle. Non si capisce perché, ma non si riescono a trovare argomenti che non siano idioti. Personalmente ho rinunciato e di solito mi adeguo simulando interesse e sparando cazzate senza alcun nesso logico.

    Giusto ieri sera siamo usciti io e la mia fidanzata con un altra coppia di amici recentemente sposati. Buoni amici, ragazzi simpatici e amanti della conversazione. Gli argomenti sono stati: Un Posto al Sole, Distretto di Polizia, mettere su un ristorante. Poi ce la siamo risolta con un gioco di società, tornati dalla pizzeria…

  14. Cavolo, sono single.

    Come ho potuto finora rinunciare a queste bellissime serate?

    Vale la pena di frequentare un uomo / una donna solo per poterci uscire con un altra coppia, mica per altro, cosa credete?

    (fiuuuuu… belin che culo! Cercherò di restare single il più a lungo possibile, se è questo che mi aspetta!!)

  15. dedee: no, non ci ho mai pensato neppure per un secondo

    paroleinaffitto: forse facevo meglio a non chiedere…

    orientprincess: no, perché abolirle? io voglio solo capire!

    aqualung: stai uccidendo tutte le mie illusioni e le mie speranze!

    auigafenice: beh ci saranno sicuramente degli altri vantaggi a fare coppia fissa, uno o due mi vengono in mente….

  16. io, che sono fidanzata da 3 anni e mezzo e convivo da quasi 3, ho rinunciato alle serate con le coppie amiche di fede già da tempo……………. le ragazze non facevano altro che raggrupparsi a parlare male dei partner e i maschietti parlavano di macchine e film porno………….. ^_^

    Sadie

  17. Beh, naturalmente!!

    Una donna che lava – stira – cucina e un uomo che porta la macchina dal meccanico – fa lavoretti di riparazione in casa fanno comodo eccome!!!

  18. ok vada per la casa in affitto …però firenze…non so…preferirei una città di mare…tipo viareggio (che è sempre a metà strada..)

    oppure carrara. e poi ci mettiamo a parlar di marmi anzichè di piastrelle.

    che fa più chic!

    ahahahhahahhhahahahahhah!!

  19. (però se sei già sposato con la portman dimmelo, ehhh!!!???!!!che io mi tengo califano . il mio segreto marito che x fortuna nessuno ha inserito nella death list!)

  20. Io, a lista spedita, un pensierino a Franco l’ho fatto…

  21. Sadie: beh consolati, ci sono conversazioni molto più noiose… anche se effettivamente odio i discorsi sulle automobili

    AurigaFenice: si, erano proprio le cose che avevo in mente pure io, sorprendente, m’hai letto nel pensiero

    Da0a10: allora non se ne fa nulla. scusa ma essere in competizione col Califfo mi avvilisce, almeno tu ti devi confrontare con la Portman. Un po’ di rispetto, perdìo…

  22. Ma guarda un po’!

    Ma d’altronde il tuo è un blog per la trasmissione del pensiero, no? ;o)

  23. Uhm, interessante post.
    Non posso fare a meno, però, a questo punto, di chiederti: sei ancora dello stesso parere?
    😉

  24. sì, ovviamente. preferisco ancora il parquet.

  25. :P ahahahah!!! ben arrivato nel vortice dell'arredamento perfetto per la casa…ahahahah!!!:P Il sub com

  26. eh, ma qui si parlava di ristrutturazione, io sono ancora troppo povero per questo tipo di discorsi

Rispondi

-->