La sacralità della festa

| 13 commenti

Ricollegandomi al mio post di ieri, mi rendo conto d’aver indugiato troppo su un simbolo di tradizione pagana. Il Natale, e spesso lo si dimentica, è una festa religiosa, che poco ha a che vedere con l’iconografia imposta dalla coca-cola corp. In questo senso il presepe dovrebbe essere un simbolo più adeguato, rispettoso della tradizione.

E a mio avviso niente comunica più sacralità, niente è in grado di riportarci alla mente l’evento della nascita del figlio di Dio, più di un presepe realizzato con salumi e insaccati.

Natività

Altro che Halloween, è sempre e comunque Natale, la festa più kitsch del calendario.
Tié!

13 Comments

  1.  Posso rubarti la foto per fare gli auguri di Natale ad un mio amico che ha un'ottima forchetta e la apprezzerà molto? hai una versione con il tuo copyright?
    TI PREGO!!!
    maredidirac

  2. ah, ma guarda, la foto non è mica mia, se clicchi sul link c'è la pagina dell'autore originale, o almeno credo. per me fai pure!

  3. dopo questa immagine sacra ho bisogno di un riopan!

  4. sotto forma d'ostia, però!

  5. a beh, allora la frego istantaneamente, pensavo fosse il parto della tua mente, come dire, singolare 😉
    buone feste

  6. no, la mia mente non è ancora in grado di partorire una cosa simile. però la mia bocca potrebbe provare a mangiarla, a parte gli stuzzicadenti e i crauti, che non è che mi piacciano tantissimo. i crauti, dico. ma pure gli stuzzicandenti. ma se devo scegliere preferisco gli stuzzicandenti.

  7. Che spettacolo! Anch’io voglio un presepe così (e immagino anche Homer J Simpson)

  8. è che dev'essere un casino da conservare per tutte le festività
    un presepe andato a male non è molto rispettoso….

  9. piuttosto, mi aspettavo che fry passasse di qui e facesse un ovvio connubio tra la natura suina dei prodotti utilizzati e la sacralità delle immagini raffigurate, ma forse ha di meglio da fare (e glielo auguro davvero!)

  10. no, no, son passato.

    è che l'immagine è di una sintesi teologica talmente perfetta che non saprei aggiungere nulla.

    se non, al limite, la semplice presa d'atto che di Gesù non si butta via nulla

  11. il vero miracolo di natale è che non sia spuntata fuori la parola "porco", ma forse era un'associazione troppo scontata…
    piuttosto, voglio sperimantare la tunica di prosciutto cotto, credo mi possa dare molte soddisfazioni!

  12. mi ricorda un po' una vecchia canzone di Francesco Salvi che diceva all'incirca: Per avere qualcosa da buttarmi sulle spalle

  13. purtroppo la ignoro, però il concetto è esattamente quello

Rispondi

-->