Il giorno in cui sono morto

| 22 commenti

Buongiorno a tutti, mi chiamo Hardla.
Ah, e sono morto.

Il giorno in cui sono morto non avevo alcuna intenzione di morire. Non certamente in un modo così atroce, comunque. Essì, perché io, Hardla, sono perito in un incendio, divorato dalle fiamme che si sono diffuse da un punto imprecisato del mio ufficio. E mentre le fiamme ardevano le mie membra, io ero chiuso in bagno.

E stavo cagando.

Era già qualche minuto che sentivo un allarme distante, fastidioso ma lontano. Ma non c’avevo dato peso, sembrava provenire dall’esterno, forse una macchina, che ne so. D’altra parte se fosse stato nell’ufficio l’avrei sentito bello forte, giusto? E fumo non ce n’era mica. Come avrei potuto sospettare?

Invece alla fine di una sontuosa cagata, sono uscito e tornato in stanza, e non c’era nessuno. Nessuno neppure nei corridoi, o nelle altre stanze. Solo il responsabile della qualità era all’ingresso, con un taccuino in mano. Per le scale gente sche scendeva dal piano di sopra. Allora ho capito, ero morto. Bruciato vivo da un incendio invisibile.

A quel punto, cercando di calarmi al meglio nella mia nuova condizione di cadavere, e in verità anche piuttosto indispettito per l’accaduto, sono sceso in strada, superando per scale il presidente della società per cui lavoravo in vita. Il quale, a sua volta, era piuttosto basito e incredulo, faticava a capire che la sua ditta era stata devastata da fiamme virtuali. In strada ho raggiunto il resto dei miei colleghi: molti erano morti, come me. Qualche fortunato s’era invece salvato.

Dalle investigazioni successive all’incidente è emerso che l’allarme nella mia ala dell’ufficio non ha funzionato a dovere, e nessuno dei responsabili della sicurezza s’è premurato di venire ad avvertirci, e tantomeno nei cessi. I responsabili dell’incidente, o almeno quelli sopravvissuti, sono stati individuati e severamente rimbrottati con una perentoria e-mail dal capo del personale in persona.

Io però sono morto. Per colpa d’altri. Bruciato vivo in un cesso. Mentre cagavo.
Chi restituirà al mio nome la dignità perduta?

Eppure me lo dicevano che non dovevo vivere sperando.

22 Comments

  1. Ti è mancata l'esperienza antincendio in Selex U_U

  2. in effetti sì.
    notevole?

  3. belìn! delle esercitazioni perfette. due responsabili incendio per piano che facevano sloggiare tutti uscendo per ultimi.

  4. e il funerale quando si terrà? Il subcom

  5. Poverino! Che fine indecorosa.. ora che stavi dandoci delle così grandi soddisfazioni!
    Porterò un sacco di fiori per te e farò tante opere di bene in tua memoria, giuro, ma me li passi i numeri del Lotto per favore?
    Ruota di Genova, naturalmente..

  6. e ora che fai? te ne vai in giro tutto così virtualmente in decomposizione? ma che schifo! Almeno dimmi quando si terranno i funerali virtuali, che ci vengo.

    Da noi quando fanno le esercitazioni anti incendio ci sono due tipi di guardiani, quelli coll'elmetto giallo e quelli coll'elmetto rosso che sono incaricati di andare a cercare chi se ne sta nei cessi come te… non so se il colore dell'elmetto sia correlato al tipo di stanze che devono cercare… quando abbiamo avuto l'ultima esercitazione io stavo facendo la passeggiata pausa pranzo con un mio collega, quindi siamo virtualmente dei dispersi…

    De

  7. @subcom, dedee: per i caduti c'è stata una cerimonia sobria in ditta, un drappello d'onore di responsabili di settore ha sparato salve di pinzatrice nel corridoio, mentre sfilavano le salme virtuali

    @secchin: non so se le morti virtuali diano gli stessi poteri predittivi di quelle reali. Intanto inizia a giocarti questi 65, 78, 33, 11, 48 poi vediamo che succede.

    @fry: ma perfette sul serio o perfette "perfette"?

    @dedee: da noi nessuno sa che cosa fare, anche e soprattutto i responsabili della sicurezza che dovrebbero guidarci. per non parlare degli allarmi che non suonano…
    comunque dopo questo episodio disastroso (l'esercitazione è andata veramente male) il capo del personale ha mandato una mail scritta davvero poco diplomatica in cui faceva un cazziatone ai responsabili per la sicurezza (che da noi sono sono assolutamente volontari e non pagati, come credo da ogni parte); questi allora hanno fatto partire una serie di mail in cui si ritiravano dall'incarico; il capo del personale ha congelato la faccenda, anche perché non sarebbe rimasto più nessuno. e ci sarebbero anche altre questioni dietrologiche, che non ho voglia di discutere qui…

  8. Più perfette di quanto mi sarei aspettato prima di averle viste.

    L'evacuazione si è svolta ordinatamente, e poi sono arrivati a fare l'appello. Unico piccolo neo, la lista dei consulenti non era aggiornata, quindi se fossi morto sulla mia lapide ci sarebbe stata la foto di una graziosa biondina e il nome "Chiara Xxxxx".

    Certo, c'era un trucco. Lo si sapeva fin dal giorno prima che ci sarebbe stata l'esercitazione. Perciò gl'incendi veri sono pregati di collaborare annunciandosi in anticipo. Ché presentarsi all'uscio senza preavviso è da cafoni…

  9. diciamo che da noi le cose sono andate un po' diversmaente, le nostre esercitazioni antincendio sono più delle pause-sigaretta in strada per i fumatori, o pausa-brioche al bar sotto l'ufficio.
    beh, ma se la lista dei consuleti non è aggiornata il bello è che in caso d'incendio tu sopravvivi e Chiara Xxxxxx muore carbonizzata, ovunque si trovi nel mondo in quel momento.
    E' quel fenomeno che erroneamente veniva etichettato come "combustione spontanea", mentre invece era solo un difetto di burocrazia.

  10. Allora.. giocato i numeri !
    Se escono con l'ambo ti ofrro un aperitivo, col terno una cena, con la quaterna un viaggio, con la cinquina una casa  🙂
    Ti faccio sapere..

  11. belin con la cinquina una casa! quanto hai giocato sulla cinquina? 10mila euro? 😀

  12. ah… paga 1 milione di volte la posta! o_O Non credevo…

    vado a giocare!

    (per quanto il Lotto rimane uno dei giochi meno equi del mondo pagando 1 milione un evento con una probabilità di 1 su 1 su 43.859.649, ma diciamo che se mi danno 1 milione non gli faccio causa per avere gli altri 42! )

  13. La cinquina paga 1 a 6 milioni, sulla cinquina avevo giocato mezzo euro che tra quaterne, terni e ambi avrebbe fruttato 3 milioni e 200 mila circa..
    Peccato sia uscito solo il 33…. ma ou belin.. 🙂

  14. da qualche parte si legge 6 milioni, da qualche altra 1 milione.

    sul sito ufficiale del lotto non ho trovato quanto pagano le vincite… sicuramente ci sarà, ma l'han nascosto bene!

  15. intanto i numeri vincenti sono sul tuo vassoio hardla…

  16. ne ho beccato solo uno perché sono morto solo virtualmente, la prossima volta farò meglio. vedrò di morire sul serio.

    @marchesa: ora non ci sono più….

  17. Diciamoci la verità sto titolo te lo puoi giocaresolo  una volta, mo che scrivi?
    Da morto…

  18. Boh, "il giorno in cui sono morto di nuovo", a me sembra fighissimo come titolo….

  19. Se posso permettermi, io ti suggerirei: "Il giorno in cui sono resuscitato…" 🙂

  20. anche.
    che poi era tre giorni dopo quello in cui sono morto….

  21. Ma te lo meritavi di morire! Cagare durante l'orario di lavoro! CHe indecenza! Rubare preziosi minuti alla produttivita' per di piu immettendo copiose quantita di metano ed altri gas ehm rari nell'atmosfera, per non citare poi l'impatto biologico nell'ecosistema marino delle tue azioni sconsiderate!
    Sicuramente il capo del personale vi avra obbligato a mettere un tappo di damigiana li per evitare morti future….

    PS  ma sei sicuro che quelli in mano dei responsabili della sicurezza fossero taccuini e non rotoli di carta igenica?conoscendo la tua azienda…

  22. gas INFIAMMABILI, per giunta!!! in un incendio!
    che irresponsabile che sono….

Rispondi

-->