Il Fantastico Mondo dei Pesci

| 36 commenti

Prendo spunto da una grandiosa foto trovata sul blog di Cocofelix. Appena ho visto lo Scazzone, ho provato un’immediata e naturale empatia per questo pesce. Così ho deciso d’informarmi meglio.

LO SCAZZONE

Cito l’ottimo Pesca OnLine. Già dalla prima frase mi rendo conto che, colpevolmente, ho ignorato troppo a lungo il soprendente universo ittico e le sue relazioni con quello antropomorfo:

"Molti confondono lo scazzone con una piccola bottatrice".
Un incipit davvero intrigante! Inizio a fantasticare sul tipo di vita che può condurre un Piccola Bottatrice, sui suoi costumi sessuali, sulle sue piccole insicurezze di tutti i giorni, le sue frustrazioni. No, non posso fermarmi qui, sulla Bottatrice tornerò in seguito, se lo merita.

"La grossa testa è spinosa, larga e depressa, più voluminosa nei soggetti maschi".
Un pomposo giro di parole per dire che, in pratica, lo Scazzone s’ammazza di seghe mentali. La sua grossa testa viene sfruttata male, occupata da pensieri spinosi e inutili che lo portano alla depressione. E’ naturale, perciò, che i soggetti maschi abbiano una testa più grossa: come la Piccola Bottatrice c’insegna, le femmine due colpi li rimediano quasi sempre, senza troppi pensieri. I maschi s’ammazzano di seghe. Mentali e non.

"…permettendo al pesce di aderire saldamente al fondo anche in acque molto veloci".
"caratteristiche mimetiche molto accentuate".
L’innata tristezza dello Scazzone lo porta a trascorrere gran parte della sua vita sdraiato sul fondale, con un’espressione malinconica (vedi foto) e mai perfettamente integrato coi pesci che gli nuotano intorno. Anzi, lui preferisce nascondersi. Al limite quando qualche raro amico pesce lo invita a una festa, lui risponde: "ma mi si nota di più se vengo e me ne sto sul fondale, o se non vengo affatto?". Allo scazzone non piacciono i girotondi, però ama i film di Nanni Moretti.

"TAGLIA: 10-15 cm".
E qui finalmente capiamo che "Scazzone" è un titolo onorifico, conquistato più per meriti morali, non certo per le sue doti fisiche che, ammettiamolo, non sono granché. Forse anche per questo motivo è sempre così depresso, mah.

Ci sarebbe tanto altro da dire: ad esempio che la femmina depone le uova, poi se ne va a fare shopping, a rilassarsi in beauty-farm e a prendere cocktail alla frutta con le solite amiche zoccole, lasciando lo Scazzone maschio per 3-4 settimane da solo a casa a sorvegliare i piccoli. E lui accetta di buon grado, non è nella sua natura farsi valere, moralmente assomiglia un po’ agli invertebrati di cui ama nutrirsi. Il suo valore economico è, naturalmente, nullo: lo scazzone non combinerà mai niente di buono nella vita, un fallito, e morirà povero e irrisolto, come ha sempre vissuto.


LA BOTTATRICE

Se pensate che la vita dello Scazzone sia triste, leggete un po’ com’è fatta la Bottatrice.

  • "La bottatrice ha aspetto sgradevole, paragonabile a quello di un gigantesco girino e vagamente simile a un pesce gatto".
  • "Piccoli dentini uncinati"
  • "Ha la mascella superiore più lunga di quella inferiore, al di sotto della quale pende un barbiglio"
  • "Gli occhi sono piccoli"
  • "La pinna anale è lunga quasi quanto la seconda dorsale."
  • "Modeste le pettorali"
  • "I giovani hanno colorazione nera"

In pratica la Bottatrice è la classica tipa della cumpa che, in condizioni normali, non toccheresti neppure con un bastone, ma che magari quando la tua ragazza ti molla a S.Valentino, te la scopi lo stesso anche perché sei ubriaco e disperato. Da qui il nome Bottatrice, da "una botta e via", preferibilmente col più classico dei cuscini in faccia. Perché, diciamocelo, è un cesso.
Brutta, col viso cattivo e inquietante. Un grosso culone, ma senza tette. Il più delle volte la vedi andare in giro con le sue amiche chiattone che, come lei, da giovani erano Dark.

36 Comments

  1. …SENZA PAROLE….CERTO CHE UN PO SCAZZONI LO SIAMO TUTTI NO?

    BUONA GIRONATA PANZ

  2. Capolavoro di divulgazione scientifica!

    Ma com’è che oggi ci siamo buttati entrambi su argomenti dotti? 🙂

    Che sia qualcosa nell’aria? O sono io?

  3. panz: beh, l’ho detto subito che ho provato empatia, chissà come mai?

    seaweeds: beh, di solito sei tu quello serio. io oltre che scazzone sono spesso e volentieri cazzone

  4. Dio.. hardla ti amo!

    E se sapevo di essere in grado di ispirare tutto questo, lo facevo prima!

    Alla prossima puntata.

  5. beh, amore è una parola grossa. così m’imbarazzi, preferisco pensare che mi stimi un po’.

    io comunque sono in costante ricerca di ispirazioni, non è mica facile inventare certe cazzate così su due piedi…

  6. Anche io ti amo Hardluccio…sarà la primavera?Panz

  7. beh, amore è una parola grossa. così mi spaventi…

    e la primavera, dove cazzo sta la primavera? qui diluvia e fa freddo, oggi…

  8. Io ti imbarazzo e Panz ti spaventa. E piove pure. Che giornata di merda.

    Che ne diresti di un articolo sull’Oloturia (detta anche stronzo di mare)?

  9. ma lo scazzone è quindi un fuco? Io conosco un sacco di fuchi ma non sapevo che fossero scazzoni!!!

    Non ti amo hardla, però quando scrivi di scienza sento la grande capacità che hai di avvicinare gli anziani alla scoperta di nuovi mondi…

  10. marchesa: un fuco? cioé un esemplare maschio di ape che muore subito dopo aver scopato la prima volta?

    uhm, non saprei, forse non ho la capacità di farmi avvicinare dagli anziani alla scoperta di nuovi mondi. caratteristica che da piccolo, ai giardinetti, m’ha salvato diverse volte…

    cocofelix: ho fatto una piccola ricerca, l’Oloturia viene chiamata comunemente Cetriolo di Mare, ma ho visto anche Minchia di Mare e pure, come hai detto tu, Stronzo di Mare.

    Mi sembra un pesce estremamente complessato e in piena crisi d’identità. Non vorrei infierire…

  11. ma il fuco è una metafora del maschio!!!!!!!!!

    Il maschio che impregna la femmina e poi viene dimenticato in casa, o anche fuori casa. Il maschio che provvede al fuchino appena nato e alla bottatrice, ma al quale la bottatrice risponde “stasera no, ho mal di testa”. Il maschio che si ritrova la domenica a pranzo con la famiglia della bottatrice e non ha via di scampo. Io quando parlo di fuco parlo di sta’ roba, mica dell’ape maia…

  12. io l’ho dovuto cercare meglio su internient… però non ho trovato su Wikipedia “Il Fuco secondo Marchesadesade”!

    si, beh, il fuco viene dimenticato in casa, o fuori, ma perché è già morto!

    Però la definizione che proponi tu è abbastanza aderente alle caratteristiche dello Scazzone. Però per essere veramente uno Scazzone Onorario, il fuco deve essere anche sempre mogio e pensieroso…

  13. che il fuco fosse morto questo poi non lo sapevo proprio. Ma lo scazzone è da vivo? Io sono a favore dei fuchi vivi.

  14. beh, però il fuco morto ha il suo bel perché, dal punto di vista femminile. rimane in erezione anche dopo la tragica dipartita, e non chiede mai “t’è piaciuto, cara?”

  15. per me lo scazzone c’ha un’aria più arrabbiata che depressa… in quella foto somiglia molto ad un mio ex collega..

    ah.. dimenticavo.. da adolescente volevoessereDark.. mumble mumble….

  16. no no, è proprio depresso, fa la faccia mogia mogia che faceva Arnold quando voleva impietosire il Sig.Drummond o la Sig.ra Garrett

    ehm, si, ma a tettecculo come sei messa? rientri in tutti gli altri parametri?

  17. Io avrei una foto di una piccola bottatrice, che pero’ non e’ tutte quelle cose cattive che dite voi e non e’ neanche depressa. Dove posso inviare questa foto-documento?

  18. P.S. Merita, sul serio e perdonerete l’immodestia.

  19. che sballo, qui sta diventando meglio di Quark…

  20. Si’, bene, ma non hai detto dove devo mandarti la foto. Se non ti interessa la mando ad Alberto Angela.

  21. occhei, ricevuta. ma me l’avevi già mandata tempo fa!

    e forse anche Alberto Angela l’aveva già avuta!

  22. se fossi come lo scazzone anche io sarei un po’ scazzona dai.

  23. io non sono come lo Scazzone, ma spesso scazzone mi capita d’esserlo lo stesso…

    anche se, di norma, preferisco eliminare le “s” superflue e adagiarmi nel mio comodo ruolo di cazzone…

  24. certi giorni siamo tutti un po’ scazzoni, o forse è solo l’hang over!

  25. mumble mumble…. fammici pensare… dipende cosa consideri come misura minima e massima…

  26. Gran signore lo Scazzone… ma la bottatrice… è tutt’un’altra storia. Credo possano mettere su un giro di prostituzione: la seconda lavora ed il primo incassa… notate le stranissime assonanze onomastiche!

  27. de: magari entrambe le cose…

    alla sera leoni leoni, alla mattina … scazzoni…

    signorinafelicita: beh, il culo dela Sora Lella è grosso, le tette di Flavia Vento sono piccole, concordi con questi parametri?

    aleks: eccolo lì: il pappone dei sette mari. e pure dei laghi e dei corsi d’acqua…

  28. Mi sento un po’ scazzone e un anche po’ bottatrice, questo trip acquatico mi ha messo in crisi d’identità sessuale 🙂

  29. “Un grosso culone, ma senza tette”…mi sento tirata in causa. Ma sarei piu’ scorfana che bottarga, ad onor del vero…

  30. Hardla, ma lo sai come si chiama a Genova (e Liguria in genere) l’oloturia?

  31. placidasignora: fino ai commenti #8 e #10 non sapevo neppure che esistesse un pesce con quel nome…

    morgana, serpe: è per questo che opere di divulgazione come questa, da me umilmente intrapresa, sono necessarie. per farci capire a tutti noi che non siamo soli nell’universo, che ci sono migliaia di altri esseri proprio come noi, fossero anche pesci depressi che vivono sul fondale di un putrido stagno…

  32. Non è propriamente un pesce, è un echinoderma, credo…Ad ogni modo fa abbastanza schifino (soprattutto calpestarla con un piede nudo quando sei in acqua, blehat).

    Qui la chiamano “belìn du ma’” (i cinesi dicono sia afrodisiaca, ma forse solo loro hanno il coraggio di mangiarla…;-DD

  33. lo so che avevi la foto-documento, io volevo solo metterla nel mio commento come aveva fatto De con la foto del candidato tedesco… Devo applicarmi di piu’ con l’informatica.

  34. placidasignora: ah, ecco. si me lo dovevo immaginare, avevo fatto una ricerchina (al commento #10, appunto), ed erano già venute fuori “stronzo”, “cetriolo” e “minchia”… immagino siano soprannomi che non riguardano le sue doti morali…

    kutuzov: ah, ecco, non avevo capito. io però non posso modificare i commenti altrui, poi ti spiego come fare, serve un minimo di HTML…

  35. su sora lella concordo.. sulla vento… beh le cose piccole hanno un loro pregio.. ti lascio nel dubbio :o)

  36. mai detto il contrario. però le cose piccole sono piccole…

    piuttosto, la tua frase mi piace un casino, magari me la posso rivendere in altre circostanze, al momento opportuno…

Rispondi

-->