Harry ti presento Ellie

| 32 commenti

Harry ti presento SallyUna decina di orgasmi all’ora, gemito più gemito meno. Duecentocinquanta al giorno, festivi inclusi. Tutti veri. E’ il curioso fardello che deve sopportare la signorina Ellie Allen, 28 anni, secondo quanto riportato dall’autorevole organo di stampa inglese News of The World. Che oltre ad essere un album dei Queen è pure il nome di un tabloid, uno di quei giornaletti britannici pieni di donne nude, scandali sessuali, la vita di Beckham e di Posh Spice e le ultime cazzate combinate della Famiglia Reale. Purtroppo l’articolo inglese non sono riuscito a trovarlo. Al limite vi posso linkare la notizia presa dal sito de "Il Giornale", scusandomi con voi se l’autorevolezza della testata italiana non è al livello della fonte originale.

Cioé, adesso si scopre che esiste una Sindrome di Eccitamento Sessuale Permanente. Che poi il nome mi sembra anche piuttosto inesatto, detta così sembra più la definizione di tutto il genere maschile. Non so, si potrebbe chiamare in altro modo, Sindrome del Godimento Estremamente Facilitato, oppure Sindrome dell’Orgasmo Mostruosamente Reiterato, una roba del genere, non so.

Che poi m’è venuta in mente un’altra cosa, che dall’articolo non si evince, e potrebbe essere anche un pensiero molto inquietante. Cioé, questa sindrome colpisce solo le donne? No perché già non dev’essere facile stare vicino a una donna che gode ogni sei minuti, da sola, ma pensate che schifo se al posto della donna ci fosse un uomo. Con tutti gli annessi e connessi che non ho voglia di discutere in questa sede, ma che se ci penso …bleah…

Secondo quel geniaccio del dottor David Goldmeier dell’ospedale Vattelapesca di Londra la situazione "creerebbe forte disagio e stress". Sticazzi. Questo è indubbimante vero, pur non negando qualche piacevole vantaggino. Ma io sono un inguaribile ottimista, alla tizia poteva andare peggio, molto peggio. Poteva essere colta, sempre ogni sei minuti, dall’impellente necessità di prodursi in rumorosissime e fetide flautolenze. Quello si che sarebbe stato un vero dramma.

Comunque sono felice che non sia stata pubblicata la marca di antidepressivi responsabili di questo casino. Che va bene spiegare tutti i disagi e bla bla bla, ma non si sa mai…  non vorrei che milioni di donne in tutto il mondo siano tentate di sospendere il trattamento senza un doveroso consulto col proprio medico….

32 Comments

  1. Domanda fondamentale: il marito è in salute?

  2. alekskuntz: domanda mica tanto fondamentale… l’eventuale marito non c’entra nulla con gli orgasmi della signorina…

  3. Ecco l’articolo originale….

    I HAVE 250 ORGASMS A DAY (and it’s a scream)

    By Matthew Acton & Rachel Spencer

    SEXY Ellie Allen is a girl who just can’t say no— because she’s too busy saying Yes…Yes…YES!

    The pretty brunette suffers from a rare but genuine medical condition that means she has up to 250 orgasms a DAY.

    It’s called Permanent Sexual Arousal Syndrome—PSAS.

    But Ellie isn’t moaning—in fact she can see the funny side of her complaint.

    “Men brag that they’d love a woman who can’t stop climaxing,” she laughed. “But I struggle to find partners who can keep up with me.”

    And no wonder. The slightest thing can make the earth move for Ellie.

    The throb of a BUS engine, driving over SPEED BUMPS, the purr of a LAWN MOWER, even the rhythmic motion of a PHOTOCOPIER!

    Ellie, 28, told us: “People think having orgasms all the time must be brilliant—but they look at me like I’m some kind of nutter because I’m always having to stifle my sighs or scurry off for a private moment.”

    The first time Ellie had an orgasm on a crowded bus, her fellow passengers were seriously alarmed.

    “The engine was making the vehicle shake and suddenly I felt an unbearable tingling, my back arched and my body jerked sharply as I peaked,” she recalled.

    “Everyone was staring like I was having some kind of fit as I finally yelled out. I simply couldn’t help myself. An old lady asked me what was wrong and I had to pretend I’d stubbed my toe.”

    Now Ellie relies on lifts from understanding friends…

    “If there’s a road with several speed humps then I’ll be off by the time we’ve crossed the last one,” she confessed. “I don’t drive very often. When I pull up just the vibrations are enough to set me off.

    “That led to my most embarrassing moment—when a policeman stopped me for sneaking through traffic lights on amber.

    “By the time he got to my window I was already pretty flustered. He said, ‘You know why I’ve pulled you over, don’t you?’

    “I was bright red in the face and knew if I opened my mouth I’d have to moan or cry out as I was actually coming at that stage.

    “So I just nodded and pretended to have a coughing fit, but it was pretty high pitched.

    “He made me get out of the car and my legs felt really weak because I’d only just climaxed.

    “They almost went from under me and he thought I was drunk so he breathalysed me!

    “But once I’d composed myself I flirted with him a bit and got away with a ticking-off.”

    Although PSAS is a physical disorder, causing increased blood flow to the sex organs, doctors know little about what triggers it.

    There is no cure. Sufferers enjoy, or endure, up to 300 orgasms a day without warning. The condition gradually crept up on Ellie after she first had sex at 17.

    “I was like most girls at first and didn’t always climax,” she said. “It didn’t really bother me. I always enjoyed sex but it wasn’t something that ruled my life.

    “I’ve never been promiscuous. And I used to find lengthy sex sessions that went on for hours a bit boring.

    “My orgasms were pretty run of the mill then. They’d last half a minute or so. But between the age of 18 and 20 they got more and more frequent.

    Ecstasy

    “Occasionally, every few months I’d have multiple orgasms but not all the time. Now I can’t stop. I’m aroused from the moment I wake up.

    “My boobs are swollen, I get this throbbing feeling and I’m desperate to climax.

    “When I do it calms me down for a little while, but soon afterwards it begins again.”

    Everyday activities that most of us take for granted are a minefield for Cambridge art gallery assistant Ellie.

    “Out shopping I can be set off just by the vibration of people’s footsteps,” she revealed.

    “Lifts and stairs are unbearable.

    “I can’t work in an office because even ringing phones and humming photo-copiers do it. Gardening puts me into spasms every time I bend over and the throb of the lawnmower sparks a climax.

    “And furious dancing in clubs is obviously out.

    “One day I was trying to clear a blocked drain. The stench was disgusting but as soon as I started wiggling the rod about to shift the blockage, I was crying out in ecstasy!

    “I don’t count how many orgasms I reach a day but it must be around 250—more on a busy day.”

    Treatments for PSAS include an anaesthetic gel to numb sensation around the private parts.

    But the only concession Ellie makes to her condition is to wear loose clothing to cut down on friction.

    She said: “Sex provides me with just a few moments’ relief and then the tension builds up again.

    “One boyfriend even went on an arduous keep-fit regime in a bid to keep up with me.

    “But I still wore him out so badly he ended up in tears and we split. It’s more embarrassing when I’m with a new partner because often they think I’m putting on an act and I worry that it scares them off.

    “Usually men think it’s great at first because they can bring me to orgasm in seconds with any kind of contact.

    “But I’m not satisfied and keep on for hours demanding more and more action—and then it gets difficult for them and they end up feeling guilty. But it’s not their fault.

    “I’ve discovered that slower, more gentle love-making can leave me a little more satisfied as it takes a bit longer to climax.

    “Even then I’m talking a couple of minutes at the most!

    “I drink camomile tea to calm me down and I find a few glasses of wine on a night out can help to deaden the urges a bit.”

    Fortunately Ellie’s bosses at the gallery understand her unusual needs. “They know what’s happening if I suddenly go red and have to dart off,” she said.

    “And I certainly serve customers with a smile. Sometimes they just might hear me gasp as well!”

  4. Ecco anche le foto della signorina……

    Grazie a Panzon per averle pescate in rete, con la consueta abilità che lo contraddistingue in queste faccende…

    Sarà, ma a me sembra una in cerca di pubblicità… poi magari mi sbaglio…

    Assomiglia anche un po’ ad Ana Laura Ribas.


    ellie4

    ellie3

    ellie2

    ellie1

  5. Lo sai che per queste faccende importanti ho un fiuto degno di un basset hound in calore….pero è vero sembra la ribas da giovane…ma che sia lei dopo varie operazioni chirurgiche nel tentativo di rifarsi una “verginità” televisiva/pubblicitaria nelle terre della perfida albione?!?!?Panz

  6. mi sa di trovata pubblicitaria… e se a pubblicarla è “news of the screw”…

  7. dedee: credo che la patologia esista davvero, ma che questa qui ce l’abbia, beh, è tutto da dimostrare…. pensa se ad averla fosse stata la versione brutta di margaret thatcher, immagino che l’articolo non sarebbe risultato così sfizioso…

    panz: vuoi dire che può aspirare a qualcosa di più che a delle ospitate in giro per programmi o addirittura a qualcosa di meglio dell’Isola dei Famosi?

  8. IO GIA ME LI IMMAGINO TRONISTA DA MARIA DE FILIPPI CON TANTO DI ASCIUGAMANO SOTTO LA POLTRONA…OK OK IL SOLITO VOLGARONE…PANZ

  9. però dai tra tutte le robe che ti possono piombare tra capo e collo di sti tempi, io non è che mi lamenterei così tanto di questo…

  10. panz: suvvia, contieniti, perdìo. mi sembra che questo argomento ti stia coinvolgendo un po’ troppo!

    valealsole: essì… è una sfiga, ma divertente…

  11. ma sul sito del Giornale c’è scritto “avvenente signorina”, le foto che avete postato raffigurano una orrenda zoccolaccia…. chi ha faultato?

  12. Ma allora questa donna dove tiene le mani tutto il giorno?

  13. Si vabbè ma bellina la signorina!

  14. doc, aleks: come potete vedere le opinioni sono discordanti… nell’articolo inglese viene definita “sexy” e “pretty brunette”…

    a me sembra la solita vacchetta inglese in cerca di popolarità, però capelli scuri e occhi chiari non sono mai da prendere alla leggera…

  15. Già, l’articolo l’avevo scovato pur’io. Non so perché, ma se tutto ciò è vero non riesco a provare un briciolo di compassione per la signorina in questione.

  16. ..mah… a me la tipa non me la conta giusta.

  17. Inoltre, per citare l’esimio dr Cere, ………ma sul sito del Giornale c’è scritto “avvenente signorina”, le foto che avete postato raffigurano una orrenda zoccolaccia…………

  18. Adesso dirò un’eresia, ma a me ricorda la versione sgonfiata di Karen di Will e Grace.

  19. juditta: si, forse, io avevo detto Ana Laura Ribas. Ha anche qualcosa della figlia di wanna marchi, un po’ in meglio, comunque. anche perché in peggio è parecchio difficile…

    ozilane: eh, dovrei riscriverti pari pari il commento #15…

  20. Oh vabbì::: de gustibus!

  21. Nella foto number two sembra un po’ Natasha Stefanenko mora..

    randombaby slog

  22. Sto lanciando un progetto di tutto rispetto:

    il canale perfetto!

  23. randombaby: si, forse un pochetto…

    aleks: meno male, che io invece sto perdendo un po’ d’ispirazione. o forse c’ho solo lo scazzo…

  24. La signora ha di certo l’aria un po’ da troia, però io avrei la cura: passa un pomeriggio dove lavoro io e le passa tutto, anche la volgia di trombare la canonica volta a settimana. Scusa la botta di finezza.

    serpe

  25. vedi, però lei ha un vantaggio: gode anche senza trombare. come vedi mi sono a fatica adeguato al tuo livello di finezza…

  26. Un giorno, di persona (perché qui non si può assolutamente) devo ASSOLUTAMENTE raccontartene una su una tipa che ci è capitata all’Istituto di Medicina Legale.

    Questa gli fa quasi una pippa!

    Jana

  27. Penso si sia notato, ma non ho assolutamente abusato dell’assolutamente °___°

    Jana

  28. dai, così mi racconti anche che cacchio ci facevi tu in un istituto di medicina legale…

    non è che ogni tanto i morti ti chiedono aiuto e tu rivivi la stessa giornata?

  29. Sì si ti racconterò tutto!

    Jana Calling? 🙂

    (però io sono quella col bisturi!)

  30. de gustibus…

    io allora faccio Eliza Dushku..

    cioé, intendevo dire, MI faccio…

  31. No, no ma che de gustibus! (il bisturi era un riferimento a quel che ci facevo in un istituto di medicina legale :-))

    Hey hai visto che è iniziata la seconda serie di Hustle su La7? (temo tu l’abbia già vista però…)

    Jana

Rispondi

-->