Hardla dice la sua sulle TELEFONATE

| 40 commenti

Se c’è una cosa che non sono capace di fare è parlare al telefono.

– "E neppure fischiare con le dita".

Ah, si! Se ci sono due cose che non sono capace di fare sono parlare al telefono e fischiare con le dita.

– "E suonare uno strumento musicale"

Occhei. Se ci sono tre cose che non so fare sono parlare al telefono, fischiare con le dita e suonare uno strumento.

– "E anche parlare il dialetto"

Uff. Se ci sono quattro cose che non so fare… vabbé l’avete capito no? Ci sono parecchie cose che non so fare, tra cui PARLARE AL TELEFONO. Vi sta bene così?
– "Dai, continua"

Che poi non è proprio vero che non so parlare al telefono? – "Ma come!" – Zitti! Dicevo, che ci vuole? Fai il numero parli e ascolti, riattacchi.
Ottimo se vuoi chiedere un’informazione o metterti d’accordo per un appuntamento con gli amici. Ma metti che qualcuno voglia solo fare due chiacchiere. E che le voglia fare proprio con me. Ecco, lì sono cazzi.
– "Perché?"

Boh. Non so, è così e basta. Tendo a tagliare corto, non ho pazienza. Me lo dicono tutti. Io so solo che faccio una fatica porca, sarà che non c’ho mai nulla da raccontare. O magari c’ho pure qualcosa da raccontare ma non mi viene in mente in quel preciso momento. E’ che proprio non riesco a ficcarmi in testa che una telefonata non abbia uno scopo, uno qualsiasi, anche stupido. Ma che esista, ‘sto benedetto scopo, almeno.

E va bene se chi chiama vuole raccontarmi qualcosa. Interagisco, rispondo, faccio domande, offro consigli non richiesti, le solite cose insomma. Ma talvolta succede che la gente vuole che sia IO a raccontare qualcosa. Io! Si, vabbé…
Magari rispondo. Pronto? – Pronto, ciao sono XY. – Ah, ciao. – […..] – [……] – [….] – Si? Volevi qualcosa? – No, solo fare due chiacchiere. – Ah. – […..]

E le cose peggiorano quando la conversazione avviene al cellulare. Il cellulare non è fatto per chiacchierare. Se ti va a fuoco la casa, allora il cellulare è ok. Se sei disperso nei boschi, si, va bene, sempre che prenda. O magari stai aspettando gli amici da 1 ora in piazza e ci sono 2 gradi, è un uso tollerabile. Ma per ciarlare? No, non è etico, è contro natura. Non va bene.

– "Si, ok, ma tu sei il solito genovese tirchio, è normale!"
Non è del tutto esatto. La parola esatta è squattrinato. Quando mi capita d’avere dei soldi non ci rimangono molto nella mia tasca. Eppoi come lo spiegate che taglio corto anche quando mi chiamano gli altri?

– "Sei strano forte."
E lo capite solo adesso? Non avete mai letto questo blog?
Bah.

40 Comments

  1. Concordo la parte del cellulare. A parte le radiazioni al cervello, perché devo spendere un casino solo per dire qualche facezia? Con quei soldi mi ci compro altre cose che mi premono di più. Parlare si può parlare anche da casa, o “live”.

    La parte del telefono fisso, invece non la capisco. Ma forse è perché sono pieno di amici che stanno in altre città, e se non li chiamassi ogni tanto, finirei per incontrarli una volta all’anno.

  2. si, ma vedi, io al cellulare faccio fatica a stare anche quando mi chiamano. non è questione di soldi, né tanto meno di onde elettromagnetiche, che la nokia ha detto che è tutto a posto e non c’è nessun pericolo, e non vorrai mica che la nokia dica cazzate, vero?

    boh, io non riesco a sostenere una conversazione telefonica per più di due minuti, soprattutto se devo parlare io, ma anche no.

  3. Neppure io so fare le cose che hai detto.

    Tutte.

    A parlare al telefono sono piuttosto impacciata, e con il lavoro che faccio non è una buona cosa.

    Però con gli amici spesso riesco a tirare delle buone mezz’ore.

    Domanda:

    Tu come ti trovi con le segreterie telefoniche?

    Io a parlare con il vuoto mi sento ridicola, lì davvero non so mai che cavolo dire e come.

  4. Meglio che chiarisca il concetto di “tirare”: nel senso che ci parlo, mica che tiro di fumo o di cocaina in compagnia per tutto ‘sto tempo.

  5. non ho particolari problemi, magari rimango spiazzato un attimo, perché mi aspettavo di parlare con qualcuno. ma intanto il messaggio può durare solo un minuto, quindi non devo dilungarmi troppo…

  6. Fai finta che la telefonata sia un’ARTErnativa live.

  7. Cioé? Prepararmi un testo davanti e leggere sempre quello? Dici che funziona?

  8. BEH PER ME SEI NORMALE FORTE….IO MI TROVO NELLA STESSA CONDIZIONE SPESSO EPPURE LAVORO CON IL TELEFONO (NO PURTROPPO NIENTE TELEFONATE HARD…PURTROPPO..)…PER NON PARLARE DELLE SEGRETERIE LI TOCCO VERAMENTE IL RIDICOLO…BEH SARA’ PERCHE’ SE PARLI AL CELLULARE NON PUOI VERAMENTE GUSTARE UN BUON COCKTAIL??CIAO PANZ

  9. il telefono la tua voce….

    A volte però è necessario parlarsi al telefono o chattare quando si abita a qualche parsec di distanza…

  10. panz: ci sono persone capaci di parlare per delle mezzorate come fosse niente, e sono tantissime. non t’illudere, non è così normale essere come noi…

    de: telefono e chat sono due cose completamente diverse. in chat puoi permetterti delle pause, dei momenti di stanca della conversazione, che al telefono non sono concessi. anche nelle chat audio/video, tutto sommato. ma al telefono io arrivo sempre a un punto in cui non so più che cosa dire. e parlo di 2-3 minuti di conversazione, non di 1 ora..

  11. io nn so fare le altre cose, ma eccello nell’arte di blaterare al telefono, a volte anche più d un’ora; meglio se pagano glli altri, cmq..

  12. Il telefono la mia croce…

    Bisognerebbe usarlo solo per chiamare soccorsi o avvertire di ritardi.

    Chi detesto veramente e’ la gente che non chiede: “Disturbo?Se vuoi ti richiamo piu’ tardi” e chi a quella domanda risponde: “No, dimmi tutto!” e poi non ti ascolta perche’ continua a fare cose. Poi ti dice: “Aspetta una attimo chè il bimbo si butta dal balcone! Dimmi pure! Oddio, brucia l’arrosto! No, continua, ti ascolto! Si’,si… No, parlavo con la suocera”. Quelli li chiamo una volta e mai piu’.

  13. arancione: non so mica se t’invidio, certo è una caratteristica che può avere una certa utilità, ma non sono proprio sicuro d’aver voglia di essere capace a fare telefonate di un’ora…

    kutuzov: beh se hai confidenza con la persona che t’ha chiamato glielo puoi anche dire tu “guarda, scusami tanto ma in questo momento non posso parlare, ci sentiamo più tardi?”, poi naturalmente non ti fai sentire. o almeno, io faccio così.

  14. No No No giuro…

    non sono io…

    è una mia amica che ha una libreria nel mio paese…

    non dico non mi fingerei donna…

    ma a quel punto nome mi metto minimo Natasha e profilo minimo DAVVERO, DAVVERO PORCA!

    notte Hard… la

    Kuntz

  15. You are hereby charged that you did on diverse dates commit heresy against the Holy Church!

    Cardinal, the Rack!

  16. Secondo me è sufficiente che ti fai chiamare da una bella fanciulla con la voce sensuale… sempre se è così essenziale farti passare l’allergia telefonica!

  17. Io e il telefono non siamo mai stati fatti l’uno per l’altra. Eppure ahimè, col telefono ci lavoro, ascolto le lamentele di chi chiama e roba simile, ma se devo contattare qualcuno io allora son cazzi…

    Poi per le robe personali è un casino..o chiami qualcuno e hai qualcosa di assolutamente “scoopposo” da dirgli e allora vai come un treno, sennò son dolori, del tipo che si creano dei silenzi interminabili, riempiti da “eh”,”ah sì”,”scusa mi bolle l’acqua sul fuoco”…perchè boh, al telefono manca il contatto visivo, o non so, magari sei distratto da qualcos’altro…

    Poi il cellulare è tremendo..quando comincia a prendere e non prendere, che la voce arriva a scatti e devi ripetere cinquemila volte la stessa cosa…lì diventa così irritante da rischiare la rissa verbale con quello dall’altra parte!:-D

  18. aleks: ti avevo visto molto coinvolto, pensavo fosse un parto della tua fantasia…

    torgul: holy shit!

    orientprincess: stai scherzando? è anche peggio! perché lì non avrei voglia di troncare, ma inizierei a bofonchiare cose incomprensibili…

  19. randombaby: esatto, hai centrato il punto. i silenzi imbarazzanti al telefono proprio non li reggo. si si si, mi sa che hai capito subito cosa intendevo… o si ha qualcosa da dire oppure non sono bravo a cazzeggiare amabilmente…

  20. Quando sento parlare di ragazze che si telefonano tutti i giorni e stanno un’ora a raccontarsi questo e quello mi vegnono le verruche. Sarà che il telefono mi perseguita già abbastanza per lavoro. Per chiacchierare ho bisogno di guardare in faccia l’interlocutore, altrimenti voto sms

  21. Fa’ un giro sul mio blog… c’è qualcosa che ti riguarda!

  22. beh ma io sn logorroica in chat, figuriamoci al telefono, cmq il mio mezzo d comunicazione preferito è l’sms!!

  23. Io non ho nessun problema a parlare al telefono (ma io non faccio testo, sono logorroica con qualsiasi mezzo)

    Forse ti ci vorrebbe un blog telefonico!

    A parte gli scherzi, secondo me dipende tanto anche da chi è l’interlocutore.

    Come ha detto Dedee, a volte è necessario parlarsi al telefono, soprattutto quando c’è la distanza di mezzo.

    Anche io con le persone che posso incontrare passo poco tempo al telefono (giusto il tempo per mettersi d’accordo sul vedersi o simile)

    Ma con chi è lontano è diverso.

    Jana

  24. gentile Dott. Hardla,

    La contattiamo per questa via per rimembrarle che c’é una nube che l’attende al sottopasso di Corvetto.

    in attesa di Vostro cortese riscontro,

    porgiamo i nostri distinti saluti,

    De

  25. serpe: certe volte ho l’orecchio da revisionare dopo una telefonata chilometrica…

    cocofelix: uh, mo’ vado

    arancione: io sto iniziando ad apprezzare la chat…

    jana: beh, non so. ad esempio dedee sta all’estero, io con lui mi sento più a mio agio con una chat, magari audio video, che non con una telefonata. avrei sempre la sensazione di dover per forza dire qualcosa, però capisco il punto di vista…

    de: la nube dovrà aspettare ancora qualche giorno, ho casini immani col computer e sto lavorando da ieri per ripristinarlo al meglio….

  26. No amore… non partorisco donne ultimamente…

    sai… troppo GF.

    Abbracci e baci

  27. E a quel punto lei direbbe:

    ‘Tesoro, sento degli strani suoni ma è sicuramente un disturbo di linea… Dove abiti?’

    ah ah ah ah ah

  28. io ho apprezzato la chat in questi mesi passati in norvegia lontano dalla famiglia, ma l’sms è un must a casa!!

  29. alekskuntz: e fai bene, mi sa che sarebbe doloroso, partorire dico…

    orientprincess: ho paura ad indagare cosa intendi per “strani suoni”, me ne sto nel dubbio…

    arancione: si, ma rigorosamente senza acronimi da teenager!

  30. xy: ciao

    hub: ciao

    xy: allora che si dice?

    hub: potresti farmi domande più precise?

    xy: come va?

    hub: bene.

    xy: …

    hub: ARRIVOOOO! scusa, mi stanno chiamando, ci sentiamo un’altra volta…

  31. Come ti capisco…io rispondo sovente con voce alterata e fingo di essere la baby sitter di mio figlio; oppure dico di avere l’acqua sul fuoco e prometto di richiamare dopo 5 minuti. Altrimenti lo uso come strumento di litigio. Finché ero giovane mi dedicavo alle lettere, che scrivevo con scadenza giornaliera alle mie amiche, agli uomini di cui mi innamoravo, ai miei genitori per fare delle lamentele, agli uomini di cui mi stufavo per lasciarli ecc…

  32. ammazza che pazienza…

    io telefono…

    faccio prima…

    ^___^

  33. oh ma non sai fare proprio una mazza, eh?!

    ciao Hardlino, buona settimana! ^_^

    Sadie

  34. Eccomi di nuovo, ho avuto noie al computer, ultimamente. Sto arginando i guai, ma non è ancora tutto risolto

    hubrys: si, ottimo, potrei averla fatta io quella telefonata…

    marchesa: io sono sempre stato una frana a scrivere. lettere vere poi, non ne parliamo. solo in un periodo sono stato costretto a usarle, ma l’univrso non era ancora così informatizzato come adesso…

    torgul: io e-mailo (poco) o chatto

    sadie: ennò, sono un uomo dalle mille risorse sprecate. grazie, speremmu, anche a te!

  35. e per di più il tuo blog era inaccessibile per gran parte della giornata…

    De

  36. Veramente tutto è stato off-line per tutto il giorno…

  37. Partorire è bellissimo…

    tipo poesie…

    tipo Franco del G.F.

    Stazioni, filobus e ferrotramviarie

    io col pitosforo

    a cavallo d’un zoppo

    ippopotamo

    ti rincorro amore

    in una bettola di Chisinau…

    per te

    nudo!

    Quasi quasi l’anno prossimo ci provo ad andare alle selezioni… vuoi mettere l’onore di finire sul tuo blog?

  38. essì, ma fra un anno io avrò conquistato il mondo. il blog me lo farò scrivere da qualcuno che ci acchiappa davvero

  39. Me pare il video dei Franz Ferdinand This Fire…

    scarica scarica scarica

Rispondi

-->