Fenomenologia delle Braghe Rosse

| 40 commenti

Eccomi tornato. Negli ultimi giorni sono stato assente a causa di generici problemi col piccì. Senza entrare troppo nel tecnico (che altrimenti il tecnico potrebbe aversene a male, se la cosa non gli garba), diciamo che avevo un processore piuttosto irascibile, tendeva a scaldarsi troppo e per un nonnulla.

Oggi parliamo di un fenomeno genovese, L’inesplicabile mistero delle Braghe Rosse. Chi vive a Genova avrà già capito, per tutti gli altri immagino siano necessarie alcune spiegazioni, e come al solito ve le devo dare io, vero? Eccheppalle.

Il fatto è che, in un punto imprecisato del continuum spazio-tempo, qualcuno ha deciso che i pantaloni rossi dovevano essere di moda. Non chiedetemi chi è stato, o quando tutto ciò è successo, lo ignoro. Al limite posso azzardare un’ipotesi, che lo sappiamo tutti che negli anni ottanta la gente amava indossare merda di questo genere, e pure peggio.

Da quello che dice Juditta (e perché mai non dovremmo crederle?) il fenomeno si è manifestato anche in altre parti d’Italia, ma solo qui da noi, per quanto ne so io, ha assunto connotazioni così radicate nel tessuto sociale. Lo so, penserete siano i soliti paroloni che butto alla cazzo in una frase solo per sentirmi colto, ma stavolta vi sbagliate.

Si perché le Braghe Rosse (e qui sta il mistero) sono prerogativa di una ben determinata categoria sociale. A Genova la braga rossa è l’emblema dell’uomo di mezz’età. E’ l’indumento irrinunciabile di chi vuole apparire giovanile e sportivo, non rinunciando ad un certo stile. Non è raro vedere l’accostamento pantalone rosso, camicia azzurra, scarpe da vela e giacca blu, talvolta doppiopetto. Tipicamente chi si veste così ha il capello brizzolato e la pelle abbronzata, tutto l’anno. Probabilmente ha pure i soldi, o almeno vuol far credere in giro d’averli. Ma è talmente democratico e gggiovane da vestirsi casual anche per andare in ufficio, e non solo per l’aperitivo al mare con puttane di quarant’anni più piccole.

Talvolta esistono delle varianti. La più diffusa è che il pantalone può non essere proprio rosso, ma di un colore più tenue, diciamo "salmonato". E ancora non m’è chiaro se sono usciti proprio così dalla fabbrica oppure è la conseguenza di 20 anni di lavaggi in lavatrice.
Certo, poi capita anche che chi indossa le braghe rosse non corrisponda all’identikit che ho tracciato qualche riga fa. Beh, è normale, il cattivo gusto non è prerogativa di una sola classe di persone, tutti quanti abbiamo il diritto di vestirci in modo ridicolo come e quando vogliamo.
Ma se vi fate una veloce statistica, in giro per la città, beh, vedrete che ho ragione. E se non lo ammettete vuol dire che siete i soliti rancorosi che non sanno perdere, ma d’altra parte da voi non m’aspettavo nulla di diverso…


Nella foto: il sosia di Massimo Boldi posa involontarimante per noi in un’immagine di rara intensità, sfoggiando orgoglioso le sue braghe rosse.

40 Comments

  1. BELIN ANDRE NON SO SE SENTIRMI OFFESO O LUSINGATO…SAI ALLA FINE AVVICINANDOSI I 40 L’IMMAGINE DI UN APERITIVO SU DI UNA TERRAZZA SUL MARE CIRCONDATO DA “GENTILI”MERCENARIE NON E’ CHE POI SIA COSI MALVAGIA…HO UN PAIO DI BRAGHE ROSSE CHE OSTENTO ANCHE QUI IN VENETO…E A CHI MI CHIEDE QUI IL PERCHE DICO CHE SERVONO PER FARMI NOTARE IN MEZZO ALLA NEBBIA….STASERA CI PENSO IO COMUNQUE A COLORARTI DI ROSSO I TUOI PANTALONI…C U PANZ

  2. belin Andre anche io ho un paio di braghe rosse…anzi piu’ d’un paio…credo di avere anche dei pinocchietti rossi (vogliamo parlarne?)… e diverse minigonne dello stesso colore. Secondo te dovrei comprarmi delle scarpe da vela? Esistono tacco 12?

  3. panz: te l’ho sempre detto che sei avanti, ti stai già premunendo per la mezza età incipiente, con anni d’anticipo. questa si che è programmazione!

    anonima: mioddio i pinocchietto! si vabbé mi sembra che tu sia un po’ fuori standard rispetto ai parametri che io ho descritto. quando sarai un uomo di mezz’età che vuole apparire giovanile allora ne ridiscuteremo.

    comunque sono convinto che tu riusciresti a trovarle davvero le scarpe da vela tacco 12.

  4. I panzoni di mezz’eta’ infestano il Monu!

  5. questa si che la piglio come una offesa personale….ok vuoi il gioco duro…sfida all’ultima caipi da domenica sera al Monnu ad oltranza…tanto ho una settimana di vacanza…Doc tu giudice? Panz

  6. Vedo che ho scatenato un fenomeno dissertativo e me ne compiaccio. Confermo, fortissimamente confermo, che le sopra citate braghe rosse (i calzoni, in gergo toscano contadino moderno) ebbero un momento di gloria a cavallo (il cavallo dei calzoni, ovviamente) tra il ’92 e il ’93: fenomeno prevalentemente giUovanile, purché fossero fatti di denim. Dopodiché svanirono nel nulla e oggigiorno, almeno dalle mie parti, sono una peculiarità delle vetrine di Prada (nonché di coloro che da tali vetrine sono soliti attingere materiale per il proprio fighissimo guardaroba).

    Adesso vorrei spostare l’attenzione generale su questo fantastico coprisedile per il water.

    Free Image Hosting at www.ImageShack.us

  7. @Panz: non mi riferivo al tizio della foto, al monu c’ero ieri sera e ho notato un proliferare di.

    Coooooooomunque se sfida dev’essere, sfida sia, ma all’ultima Sangria. 🙂

    (La rima era involontaria)

  8. Di rosso e di celeste neanche il diavolo di veste!

  9. silentman, panz: allora intanto chiarisco che il tizio nella foto non è Panz, e a dire il vero non ho idea di chi sia, l’ho fotografato perché aveva i pantaloni rossi e perché assomigliava a boldi. per la gara, ok faccio da giudice, ma scelgo io il terreno, Cuba Libre, ovviamente. Silentman, che gara è a Sangria? Troppo leggera, capace di durare un giorno e mezzo, con abbandono del concorrente per sonno…

    juditta: e io ti confermo che esistevano anche prima, io ne avevo un paio alle medie (metà anni ’80). poi da noi sono rimasti e sopravvivono tuttora. bello il coprisedile con la pin-up, ma sei fuori tema, ripassa quando parlerò di cessi strani…

    aleks: evidentemente ti sbagli…

  10. eh che ci posso fa’ se la sangria del monu mi piace? 😀

  11. anche io ne ho un paio, nell’armadio della casa di Genova, non si sa mai, quando torno… un giretto col Panz ai monumento con pantaloni rossi…

  12. Mio padre, uomo ormai più vicino alla terza età che alla mezza, ne ha un paio corti, che sfoggia d’estate con una camicia giallo limone causando disperazione e raccapriccio in me e mamma.

  13. silentman: evvabbé, mica ti piacerà solo quella…

    de: mioddio, ricordatevi un blazer blù…

    auriga: si ma credo che l’accostamento sia un po’ diverso da quello che descrivevo. a meno che lui vestito così non si senta casual-elegante e soprattutto gggiovane…

  14. Ha detto mio papà che se non togli la sua foto dal blog ti denuncia..

  15. non mi fido, mandami una sua registrazione mentre dice “ciao cipollino!”…

  16. So già che da domani conterò quante braghe rosse incontrerò per strada. Ovviamente nel caso ti farò un resoconto dettagliato 🙂

    Jana

  17. brava! che bello avere degli amici autistici che fanno tutto quello che tu dici!

  18. non sembra il “giornalista” Orbassano?

  19. Ormezzano semmai, si in effetti somiglia anche a lui…

  20. Non devi sentirti in debito, mi piace aiutare la gente bisognosa come te 🙂

    Per la cronaca, e per dare una mano alla tua scarsa cultura nel campo, gli autistici non fanno mai quel che dicono gli altri, rispondono solo alle proprie esigenze.

    Jana

  21. io sono un ottimo guidatore

  22. nei miei giorni da tirocinante a genova ho notato anch’io quest’esplosione di braghette rosse, compreso l’omino dell’ufficio al piano di sotto.. per fortuna a ponente sono rare mosche bianche (o rosse?) a perpetrare tale abominio..

  23. Insomma le nuove BR… però sto post è un po’ stronzo perché mi ha posto davanti a una tragica riflessione: l’armadio del fidanzato (trentenne) contiene un paio di braghe rosse lunghe, un paio di pinocchietti rossi, due paia di braghe salmone (uno colore appena pescato, l’altro già marcetto). Questo apre le porte a diverse ipotesi: è già vecchio, le ha comprate adesso perché fra vent’anni costeranno di più, vuole prendere l’aperitivo con una troia di 40 anni più giovane e in tal caso, vista la sue età, non gli resta che buttersi sugli embrioni di laboratorio che nasceranno fra dieci anni. Brrrr: qualunque ipotesi mi atterrisce

    serpe

  24. arancione: ah, a ponente non si usa? uhm, il fenomeno si circoscrive ancora di più…

    serpe: a giudicare dall’armadio del tuo ragazzo hai motivi a sufficienza per mollarlo. e anche per denunciarlo per crudeltà mentale, crimini contro l’umanità e contro il senso del pudore. i pinocchietto mi hanno dato la mazzata finale…

  25. Come faccio a mollarlo? Ho appena fatto un investimento di tot mila euro in mobili 🙁

  26. e tra i mobili non era previsto anche un guardaroba decente? 😉

  27. oh cavolo… le ho regalate al papy… che ridere…

  28. beh, almeno non se l’è scelte da solo…

  29. E’ fantastica la foto!

    Poi tra 13 anni devi pubblicare la tua :-p

  30. ma ti assicuro…

    ècome azzurro e marrone perfetto cafone

    fidati no?

  31. Ehi, anche io avevo i miei bei pantaloni rossi, e pure uno color rosa/arancione melone (che cacchio di colore ha, il melone?)

    Credo, come dice Juditta, proprio nel periodo incriminato. Durarono una stagione, poi prevalse la vergogna…

    Ci pensò la coloreria italiana a renderli neri, o simil nero.

  32. orientprincess: si si, comincia a contare i giorni….

    alekskuntz: occhei, mi fido. mi sembri preparato…

    seaweeds: eh avessi avuto la pazienza di aspettare, fra qualche anno ti saresti ritrovato anche tu le tue belle braghe alla moda da signore giovanile

  33. Mbe’? che cc’hai contro le cose rosse, eh??

    ;-PPP

  34. Ouh, io entro negli “enta” adesso… Cosa vuol dire “fra qualche anno”?

    Che hai, fretta?

  35. morgana: in generale niente, ad esempio sono molto affezionato alle mie emorroidi, le curo con amore da quando ero piccolo…

    seaweeds: “fra qualche anno” significa una quantità non precisata di anni. comunque scusa, mi sono accorto che potresti anche non arrivarci alla mezza età. e conoscendoti saresti comunque in grado di scrivere il tuo post commemorativo sul tuo blog…

  36. talvolta amo far finta di essere un milionario annoiato e solitario, entro negli alberghi 4 stelle e bevo da solo ai loro bar portandomi da leggere un libro di moravia o delle poesie di pavese. le cameriere mi mangiano con gli occhi (ma io essendo un milionario annoiato me la tiro un casino e di proposito faccio capire che non le sto guardando anche se il mio sguardo va in quella direzione).

    non avevo mai pensato ai pantaloni rossi, credo che dovrei procurarmene un paio fiammanti per la prossima occasione. E anche un nuovo fulard di seta da abbinarci, per metterlo nel taschino della mia camicia azzurra.

  37. confermo la diffusione in altre lande della braga rossa. un paio di giorni fa ho visto uscire dal camerino di un negozio di abbigliamento bolognese un sessantenne (dall’aspetto tutt’altro che giovanile) stritolato in un paio di pantaloni rossi, colore al quale il suo volto si stava rapidamente uniformando…

    a.

  38. feccia: hai capito tutto, bravo. suggerisco anche un doppiopetto blu, scarpe da vela firmate, berretto da capitano di nave e pipa…

    scott.ronson: ho avuto sentore che Prada stia copiando il look dei genovesi casual-chic, esportando la braga rossa in tutto il mondo, bologna compresa! ciò è molto preoccupante…

  39. Ho un amico che porta le braghe rosse: fa il chitarrista classico (nel senso della musica classica) con scarso successo e ha problemi sessuali (nel senso che riesce solo a sodomizzare le donne, ma non a “fare all’amore”). Non so, sarà lui l’eccezione che sfugge alla regola?

    Mi riconosci? Mi spiacerebbe se non mi riconoscessi.

  40. il tuo amico dalle braghe rosse non mi sembra abbia problemi sessuali, magari semplicemente non è in grado d’amare. ma a quanto dici a scopare ci riesce benissimo. comunque non credo sia colpa dei calzoni rossi.

    no, non ti riconosco, ma non dispiacerti troppo, fattene una ragione.

Rispondi

-->