Ditelo coi fiori…

| 44 commenti

Euroflora è una fiera con un casino di fiori e piante. A Genova la conoscono tutti, la gita scolastica lì è una tappa obbligata di qualsiasi persona abbia fatto elementari o medie da ‘ste parti, negli ultimi 40 anni. Fuori Genova non saprei, non c’ho mai vissuto. E’ un eventone, in buona sostanza; c’è ogni 5 anni, ancora più raro dei mondiali di calcio.

Foto panoramica, unione di 4 immagini diverse. Cliccare sulla foto per vederla più grande.
Euroflora: immagine panoramica del Palasport – E’ l’unione di 4 foto, ci ho messo ben 3 minuti per farla, quindi cliccateci sopra, guardatela a schermo intero, al massimo dello zoom, poi tornate qui e commentate "oooh, che bella", che altrimenti m’incazzo e non faccio più niente.

Ieri ho accompagnato mia nonna all’Euroflora. Un po’ per farle compagnia, un po’ per difenderla dall’attacco di attempati playboy ottuagenari, vecchi marpioni del rimorchio che sanno quali sono i posti giusti per beccare. Si perché, se ancora non ve lo siete immaginato, lì è pieno di vecchi. A dire il vero l’età media del visitatore si attesta sui 40 anni, ma solo perché a Euroflora ci vanno anziani e scolaresche (formula: vecchio+bimbo/2), almeno nei giorni feriali.

Comunque, dicevo, mia nonna non è facile da irretire. E’ la classica fighetta che se la tira, di bell’aspetto ma molto restia alla socializzazione fine a se stessa. Applica la dissuasione preventiva, io ero il cane da guardia. La mia presenza serviva da inibitore, ma nei casi più tenaci ho dovuto provvedere con modi spiccioli: ho sabotato sedie a rotelle, spezzato bastoni, e distrutto girelli. Non vi dico che ho fatto ai cateteri, meglio stendere un velo pietoso. Anni e anni di esperienza con amiche mi hanno temprato, ma non immaginavo che il lavoro sarebbe stato così duro, lo confesso.

Ve l’ho già detto c’erano tanti vecchi? I commenti che ho annusato nell’aria erano imbarazzanti: "uh che belli quei fiori", e fin qui tutto regolare, "la prossima volta che torno al cimitero li porto a Luigi". Se non era Luigi, era Carlotta, Giovanni o Cosimo. Uhm, lampo di genio! Ecco cosa mancava, mi permetto di suggerirlo agli organizzatori, per la prossima manifestazione. Va bene il "Teatro dei Fiori", carino certo, ma forse un po’ troppo pretenzioso: perché invece non allestite un padiglione "Eterno Riposo", con buocoliche scene di lapidi e cimiteri, in cui gli addobbi floreali possano risaltare al meglio per uno degli usi che riscuotono più successo nel pubblico? Un’avveduta scelta di marketing, direi.

Cippa di CactusAltra "spigolatura", come direbbe la Settimana Enigmistica, che poi non ho mai capito che cazzo significa spigolatura e che c’enta con le belinate che ci scrivono sotto, ma tant’è… In fondo alla fiera c’era un grosso stand dell’Esercito Italiano. Neppure un fiore, proprio non c’entrava un cazzo col contesto, a prima vista. O forse si? Le parole "ti piacciono i fiori?" e "vuoi fare il fiorista?" rimbombavano nella mia testa, e non solo perché sono in una canzone dei Bluvertigo.

Cioé, la leggenda metropolitana diceva che, alla visita dei 3 giorni, ‘ste domande aiutavano quei geniacci di psicologi ministeriali a individuare possibili omosessuali, o fricchettoni o sovversivi, chissà. Forse si riferivano ai Figli dei Fiori, boh. Però erano domande celebri, e se proprio non volevi provare l’ebbrezza di qualche giorno di analisi a spese dello Stato, ti conveniva stare accorto quando rispondevi. Agli uomini duri non piacciono i fiori, né si sognerebbero mai di fare i fioristi. Che sia chiaro.

Lo stand dell’esercito aveva quella funzione. Controllo e prevenzione: controllo delle persone che avevano pagato un biglietto costoso solo per vedere degli stupidi, inutili fiori, e prevenzione, impedire che le giovani leve diventassero smidollati fiorai effeminati. A tal scopo hanno installato un piccolo ponte tibetano e una mini parete da scalata, e invitavano i bambini a cimentarsi con quelli che, a prima vista, potevano sembrare giuochi divertenti. Il lavaggio del cervello sotto forma di gioco. Bastardi!

Tornando a mia nonna, proprio non capisco che fretta avesse d’andare al padiglione dello shopping. Cioé, se vuoi comprarti dei fiori non è che devi per forza spendere 15 euro di biglietto, per farlo, c’hai il negozio sotto casa! Già che ci sei, e hai pagato per esserci, guarda bene l’esposizione, no? Vabbé, comunque ieri comandava lei, abbiamo girato quattro ore, mi ha relazionato sullo stato di salute di parenti che non ricordo d’aver mai conosciuto, è stata contenta della giornata. E tanto mi basta.

44 Comments

  1. Da un Deserto ad una distesa di fiori?!?Certo che Il Doc sta proprio risentendo della primavera…hai mica trovato la fidanza tra le dolci vecchiette dell’Euroflora??? Panz…

  2. mi piace saltare di palo in frasca.

    frasche ce n’erano parecchie, come puoi immaginare. il palo non ti dico dove me lo sento…

  3. Preferisco la foto del caZtus. ;o)

    Bello ritto, una certezza.

    Non si è smaterializzato, lui.

    😀 😀

  4. vedo che sei amante del sado-maso…

    ricorda, non c’è cactus senza spine…

  5. … e aggiungerei: “se son rose pungeranno”.

    “Oooh, che bella” la foto panoramica! Così non t’incazzi e non non fai più niente.

  6. bravo, buon per te!

    bella la doppia negazione, mi piace molto!

  7. Dio se non ci fossi!

    Kuntz…

    che bello che il congiuntivo ha le prime tre persone singolari così identiche!

  8. facciamo due.

    però rilancio con “grosse buche, aperture del terreno”

  9. Non posso commentare, mi dispiace, la Sindrome di Stendhal me lo impedisce!

    Ho la tachicardia, mi gira la testa, e ho anche le vertigini… mi sento confusa e credo di avere le allucinazioni…

    Lo spazio limitato del blog, poi, amplifica il tutto.

    Oooohhh questo è un capolavoro!!!!!

    Spero che non sopraggiunga l’isteria che solitamente precede la distruzione dell’opera.

    Jana

    la Sindrome di Stendhal mi impedisce di esprimermi in maniera comprensibile.

  10. ma non è sindrome di stendhal, è sindrome di splinder! XD

    COMUNQUE, ma è vero che fra 5 anni “prestiamo” un edizione a Valencia? 😮

    PS. Che bello il grandangolooooo :-DDD

  11. grazie a tutti per il gradimento alla foto, espresso in maniera sincera e spontanea.

    non ho idea se l’euroflora passerà a valencia, la prossima edizione. non è che m’importi poi così tanto, in fondo! però sarebbe un peccato.

    jana, evita l’isteria. almeno fino a quando non vedrai i piccoli capolavori che ho esposto sul mio sito. la distruzione però no, dai…

  12. bello bello bello…e caxxo io nn ci sn ancora andato e mi sa che non ci vo…non mi ci accompagna nessuno e da solo non ci vado…sigh…

  13. Eh ma non è colpa mia, l’isteria con conseguente distruzione dell’opera è uno degli effetti della sindrome SplinderStendhal…

    (stronzate a parte, bel lavoro)

    Jana

  14. PS: la cippa di cactus però è la migliore

    Jana

  15. nessuno77: se non hai nonne da portare, ti presto la mia! ci ritornerebbe volentieri. ma occhio, è un’impresa starle dietro!

    jana: eh, il titolo lo leggono solo quelli che hanno explorer…

  16. Occhei mi hai beccata!

    Mi alzo in piedi: “Buongiorno a tutti, sono Jana e sono una explorerutilizzatrice anonima”

  17. “Ciao, Jana!”

    Explorer è il Dimònio, e chi lo utilizza andrà all’infermo…

  18. mi trovo costretta a dissentire:

    -non mi ci hanno mai portata in gita scolastica, all’euroflora, nonostante abbia fatto elementari, medie e anche superiori a genova meno di 40 anni fa.

    – tu prova a lavorare in piazza rossetti e ti accorgerai che non ci sono solo vecchi ad andare all’euroflora, ma anche, anzi soprattutto giovani scooteristi che rompono le scatole alle 9 del mattino a chi vorrebbe posteggiare per andare a lavorare.

    Veramente, la sto seguendo praticamente in diretta. Tristemente, sono quasi tutti giovani. (che poi mi sono sempre chiesta che cazzo ci si va a fare, all’euroflora).

  19. Allora, materia complicata:

    1) sarai sicuramente stata malata quando la tua classe ha organizzato la gita…

    2) e chi ti dice che non ci siano degli 80enni belli zueni che vanno all’Euroflora in motorino? Senza contare standisti, operatori della fiera e addetti vari….

    boh, non so. io lì dentro ho visto solo vecchietti, tra il pubblico.

    il succo di questo commento si può sintetizzare in una citazione di un film che non conosce nessuno:

    “Solo i grandi uomini ammettono di avere sbagliato. Io non sono un grande uomo!”

    (“Fletch, cronista d’assalto”)

  20. Perdonare il refuso…

    ma attento…

    il foro non è un buco…

  21. Pensavo di essere l’unica ad ver notato la strabordanete presenza del vecchietti… La mia storia è simile: giovedì sera ho portato i miei a vedere l’euroflora, giro l’occhio e penso “Belìn qui va a finire che faccio confusione di capelli bianchi e torno a casa coi vecchi di un altro”. Quanto a beccare, non c’è stato verso neanche lì…

    serpe

  22. bella foto!! cmq qlc anche da ponente va in gita all’euroflora.. scoperta fatta sul treno che mi porta a savona ogni mattina…

  23. tra le altre cose il negozio sotto casa di tua nonna e’ di mio papa’ quindi se proprio vuole comprare fiori che vada sotto casa!

  24. serpe: beccare? sei andata all’Euroflora per rimorchiare? e ti hanno rifiutato perfino i vecchietti? uhmmmmm…. giornataccia, eh?

    arancione: sono perplesso. cioé queste persone passano la notte ad Euroflora e tornano a Savona la mattina? 😉

    roja: eh, in effetti. anche se non ho ancora capito qual’è il negozio…

  25. Hardla, guarda che mi ingelosisco se fai i commenti porcelloni con altri/e!

  26. sul web sono davvero una puttana…

  27. Non è raro di questi tempi che io abbia una giornataccia. La prossima volta, visto che con i vecchietti non attacca, mi butto sui minorenni 😛

  28. no io abito a ponente.. prendono il treno da ponente la mattina per andare all’euroflora e tornano la sera riempiendo di fiori puzzolenti gli scompartimenti..

  29. serpe: belin, mi spiace. ma così rischi di peggiorare le cose. un vecchio magari tira le cuoia. un minorenne ti può mandare in galera!

    arancione: ah, ok. equivocai per amore della battuta. sono schiavo dell’umorismo facile…

  30. splendida foto.. c’è anche un omino che è ripetutto due volte.. miracoli spazio temporali.

  31. essì, io c’ho provato a gridare “OOuh, state tutti fermi, CAZZO, che devo fare quattro foto!”, ma evidentemente qualcuno ha fatto finta di niente… 🙂

  32. carino qui, passa da me.

    in realtà era un giro perlustrativo, puoi anche non venire, sei sempre il migliore e forse ti linkerò invece che con hardela con Ardela, così che sarai il primo in ordine alfabetico.

    il cat.sta

  33. adoro quelli che mi leccano il culo in maniera così convincente! è sempre gratificante!

    vabbé, passo, ma solo perché sei tu….

  34. ma sei passato sul serio!

    dovrò fare quello che ho detto.

    il catt.sta

    comunque quando mi chiedono in giro “scusa sai che ore sono” rispondo sempre “c’è un blog molto fico su internet, vai lì e chiedi, sanno tutto e poi è fatto molto bene!”.

  35. non è stato un grande sforzo. passo sempre, in incognito. con moderazione (nel commentare) e entusiasmo (nel leggere).

  36. Certo che sei proprio razzista… da me non ci passi perché è un forum, se fosse un blog sì? 🙂

    Jana

  37. sul tuo forum passo e leggo. ma non commento. anche perché ci vuole la registrazione e io sono pigro.

    boh, non so. i forum mi sembrano tanto dei circoli chiusi, non incoraggiano a intromettersi!

    baideuei, perché nella tua signature da anonima, su splinder, non metti l’indirizzo del tuo forum, quando scrivi un commento? è un ottimo veicolo pubblicitario…

  38. il cactus falliforme ce l’ha un mio amico sul terrazzo.In realtà ne ha una marea.

    Una piantagione di cazzi spinosi.

    Dovrei rivedere la mia posizione nei suoi confronti?!

  39. bello farsi i pompni a vicenda

    🙂

  40. ozilane: dipende da qual’è la posizione di partenza. ci sono posizioni che agevolano la penetrazione di falli spinosi, altre no. sempre che ti piaccia il sesso sado-maso, beninteso…

    hub: oddio, conosco modi migliori per passare il tempo. farsi fare i pompini da jessica alba, ad esempio

  41. Ma sai che quello che pensi tu dei forum io lo penso dei blog?

    Questo è anche uno dei motivi per cui non ne ho uno. La gente verrebbe a parlare con me, ma gli altri non interagirebbero fra loro. Alla fine mi darebbe l’idea di avere una fila di persone che parla con me come se io fossi dall’altra parte di uno sportello, ma difficilmente chi compone questa fila si metterebbe anche a chiacchierare con quello dietro o con quello davanti (e a far comunella)

    Io il forum lo vedo come un bar in cui incontrare gli amici nuovi e vecchi, e in cui ogni tanto qualcuno si aggiunge al tavolo, tutti parlano ed ognuno è libero di intervenire.

    E quando arriva qualcuno di nuovo, quest’ultimo non ha nemmeno bisogno di presentarsi, perché può tranquillamente sedersi, bere con noi, ed infilarsi nei discorsi già iniziati o iniziarne uno tutto suo.

    E’ il benvenuto e gli si dice pure. Viene accolto e non ignorato.

    Questo nei blog di norma non succede.

    Io posto in pochissimi blog (e tolti quelli di persone che conosco o che frequentano il forum) di solito intervenire come ho fatto qui nel tuo la prima volta, mi mette un po’ a disagio perché mi sembra di entrare in una casa privata in cui non sono stata invitata.

    Cosa strana per me che difficilmente provo senzazioni di disagio.

    Insomma, io nei blog percepisco una certa freddezza che di solito nei forum non sento.

    Che poi io sono selettiva anche per quel che riguarda i forum. Per esempio detesto i forum a griglia con regole, ot, cazzi e controcazzi, ed obbligo di iscrizione.

    Da noi nessuno è obbligato ad iscriversi, è solo un opzione che ti permette di correggere i post se fai qualche errore o se ti sei dimenticato di dire qualcosa, e ti permette di postare le foto.

    Ma nulla impedisce di postare senza registrarsi, basta mettere il nick ed è fatta.

    Per quel che riguarda l’indirizzo del forum, ogni tanto lo metto nell’apposito spazio per “blog” ma a volte per pigrizia salto 🙂

    Jana

  42. OT doveroso…segnalazione per i blog di Merda…penso di avere trovato un must http://www.stefanianobile.it il blog di wanna e stefania marchi…..ciao Panz

Rispondi

-->