Disco 2000

| 29 commenti

Quando ho letto questo post di Zuccannella , e in particolare il punto 9

9. Musicalmente parlando, sei fermo al brit pop degli anni ’90, l’ultima vera ondata degna di considerazione.

ho pensato “ma porca merda, è vero!“.

Ho capito di non aver mai scavallato la soglia dell’anno 2000, almeno musicalmente parlando. Sarà colpa del Millennium Bug, non so, ma perfino il titolo del post fa riferimento a un brano brit pop degli anni ’90. E’ come se il mio cervello abbia di colpo rifiutato di recepire nuove informazioni, evenienza dalla quale mio padre non ha mai smesso di mettermi in guardia, ogni volta che cercavo di spiegargli come copiare un file da una cartella all’altra del suo computer. Certo, lui ha sempre imputato la cosa all’avanzare dell’età, ma porcaccia miseria, io ho ancora 38 anni, non voglio assumere comportamenti senili. Non ancora, almeno, è troppo presto!

E quindi sono andato alla FNAC, ho spulciato i cd in offerta e mi sono preso due robe moderne, con l’intento di svecchiare i miei gusti: Hot Fuss dei Killers (mi è sempre piaciuta Somebody Told Me) del 2005 (e ci siamo!) e Dig Your Own Hole dei Chemical Brothers che, porca zozza, è del 1997. Neppure mettendomici d’impegno ci riesco.

Sto cercando di portarmi in pari col presente, ho cercato di scaricare roba seguendo i miei gusti, chennesò i Coldplay, o magari i Subsonica che mi hanno sempre divertito. Ma il casino è che io non ascolto la radio, ho sempre i soliti 4 giga di MP3 da anni nel lettore, sempre gli stessi e sempre roba vecchia, non so più cosa pescare. Certo ogni tanto mi accorgo di qualche nuova canzone, l’ascolto, la scarico, la usuro. Ma non faccio mai il passo successivo, interessarmi all’album o all’artista. Quindi il grosso della mia collezione musicale rimane ancorato al periodo anni ’60-’90 (con sporadiche puntate nei ’50 e nei 2000).

Anche a concerti, ultimamente, non sono messo meglio. Gli artisti del passato a uno a uno stanno scomparendo (per scelta o per selezione naturale). I nuovi non li conosco. A settembre andrò a sentire per la terza volta l’immenso Leonard Cohen, ma anche lui i suoi annetti ce li ha, e non è certo l’emblema del futuro.

Ho voglia di acoltare nuova musica, ho voglia che mi piaccia quanto e più di quella che ho sempre sentito. Ma non la conosco. E qui chiedo ausilio a voi. Mi serve un aiuto, un suggerimento, qualche nome di gruppi o cantanti che mi facciano divertire, che mi svecchino i gusti. E magari una canzone di riferimento, che sia indicativa della loro/sua produzione, tanto per sapere da dove iniziare. A me piace il rock, chitarre elettriche, magari giusto un pizzico di elettronica di quella fatta bene, è sempre stato il mio genere prediletto, ho sempre ascoltato artisti stranieri, ma se avete anche altre proposte vedrò di considerarle.

Aiutatemi!

29 Comments

  1. ‘È come se il cervello abbia’????

    Io non ci vengo più a letto con te

    • Se sei tanto brava riscrivila corretta, non fare la figa con le cose che non ti suonano, così imparo anche io… Perché a me sembra assolutamente giusta…

  2. Il mio suggerimento:
    Blind, dei Frustration

    E in alternativa

    Chatarro degli agonyzant

  3. È come se il tuo cervello avesse di colpo rifiutato la grammatica.
    Anche K mi appoggia. Siamo 2 a 1

    • a me sembra che cambi il senso della frase, se uso il congiuntivo passato o il trapassato.

      se scrivo “E’ come se il mio cervello ABBIA di colpo rifiutato etcetcetc” mi sembra una cosa che continua ancora adesso, che abbia rifiutato in quel momento e lo rifiuti ancora.

      se scrivo “E’ come se il mio cervello AVESSE di colpo rifiutato etcetcetc” mi sembra che sia stato un episodio momentaneo, conclusosi nel passato, ma che adesso la situazione sia cambiata.

      però a me la crusca non piace neppure quindi me ne fotto.

  4. Allora, giovine fermo agli anni ’90, per ampliare i tuoi orizzonti musicali ti consiglio di ascoltare:
    – Black Keys, album El camino. Sicuramente avrai sentito il singolo.
    – Franz Ferdinand, un po’ qualsiasi cosa
    – Kasabian
    – Kings of Leon
    – Anna Calvi (che, a dispetto del nome, è inglese)
    Mi ringrazierai

    • uh, bene, un po’ di segnalazioni. hai mica anche qualche brano da suggerire tanto per partire?

      franz fredinand ho una canzone (take me out) e mi piace molto, magari inizio ad esplorare da quell’album.

      dei kasabian so quello che sanno tutti i genoani, ma non conosco nemmeno un brano. gli altri invece li ignoro proprio.

      ti ringrazio preventivamente!

  5. Ma tu ragioni in inglese, ragazzo mio!
    Tipo past simple, past e bast, gerundiv…

  6. È un condizionale, come fa a essere

    Se abbia

    ?

  7. Mi manca tanto il Gallesio. Ma perché ha abbandonato i nostri blog?

  8. Ma il Gallesio che fine ha fatto?
    Queste erano questioni di sua competenza!
    Facciamo una raccolta firme per farlo tornare a leggere i nostri blog?
    In questo momento ci manca un commentatore pazzo!

    • QUESTE erano questioni di sua competenza?
      Lui non aveva questioni di competenza, interveniva su tutto, spostando in maniera geniale la discussione su tutt’altro argomento che quello del post originale.

  9. è arrivato anche da voi Gotye?
    http://www.youtube.com/watch?v=8UVNT4wvIGY&list=AL94UKMTqg-9DIwSYtZqoDYjozC9e2PBpS&index=1&feature=plcp
    dopo questo tormentone, mi sono ascoltato l’album, non male.
    Concordo con Katia su Kasabian, se non fosse altro per il fatto che il leader del gruppo è ostentatamente genoano.

  10. E se hai ragione tu?
    Che brutta figura ci faccio?
    Puniscimi

  11. Allora, si dice “è come se il mio cervello avesse rifiutato”, condizionale. Al congiuntivo sarebbe, ad esempio, “credo che il mio cervello abbia rifiutato”. Neanch’io ci vengo più a letto con te.

    Sulla musica nuova ho avuto un’interessante discussione con Zuccannella che è culminata nella condivisione di una cartella dropbox (che devo ancora ascoltare, che io la musica l’ascolto principalmente in macchina, ma che ha fatto felice la mia fidanzata), e nel setaccio di tutte le recensioni “best albums of 2011” che ho trovato in rete.
    Il risultato è una chiavetta piena di roba che non conoscevo affatto, e tutta risalente all’anno scorso.

    * The Horrors – Skying;
    * Gruff Rhys (solita, non con i Super Furry Animals, che non conosco) – Hotel Shampoo;
    * concordo sui Black Keys, che sono bravissimi;
    * i Kasabian si, ma non più di tanto. Sono più il tuo genere che il mio;
    * anche gli Ok Go sono piuttosto divertenti, ma rendono molto di più in video;
    * ci metto anche Dying In Time dei Port-Royal, gran disco e poi sono genovesi.
    * Suck It And See – Arctic Monkeys;
    * Build A Rocket Boys – Elbow;
    * House Of Balloons – The Weeknd;

    poi dicono sia bellissimo l’ultimo di Noel Gallagher, ma lo dicono quelli che amavano gli Oasis, e tu quindi dovresti rientrarci, e l’anno scorso è uscito anche quello dei Battles, il cui precedente ha scosso il panorama musicale, ma non so come sia (l’altro era orrendo al primo ascolto, ma migliorava parecchio andando avanti).

    poi per me è stata una rivelazione Earthling, di David Bowie, che è del ’97, ma mi ha spinto a cercare roba simile (che non ho ancora trovato), coi risultati di cui sopra.

    • “avesse” per te è condizionale? ma a ‘sto punto sono io a non voler venire a letto con te, eccheccazzo.

      ottimo! grazie per la lista delle segnalazioni, adesso mi ci metto un po’ d’impegno e inizio a spulciare i suggerimenti. ho 2 voti e mezzo per i kasabian poi tutti gli altri. inizierò da lì. comunque tre quarti dei nomi che avete scritto non li avevo mai sentiti nominare, tanto per dire come sono messo eh…

  12. Ok, ad un primo ascolto direi che sicuramente i Kasabian sono di mio gusto. Il video di Vlad the Impaler è molto bello, lo stile b-movie anni ’60-’70 mi ha fatto venire i mente anche Sabotage o Body Movin’ dei Beastie Boys (anche se è meno cazzone dei suddetti).

    Appena posso mi lancio sulle altre, ma le premesse sono molto positive!
    Grazie, e continuate a suggerire, eh?

  13. Kate Miller-Heidke, nonostante il nome teutonicheggiante australiana, piace molto ai miei amici, l’ho vista live, non male.
    Megan Washington e’ molto apprezzata qua, a me non entusiasma più di tanto

  14. uhmmmm non sono convinto di queste 2 segnalazioni, non sono troppo nelle mie corde

Rispondi

-->