Avviso ai piratanti

| 13 commenti


Quante volte ci sarà capitato di vedere uno di questi avvisi, prima del film che avevamo deciso di guardare. Parecchie, vero? Ma quante volte ci siamo soffermati a leggere quello che c’è scritto su uno di questi cosi? No, dico, leggere veramente: che lo sappiamo tutti che è una cosa tipo: "la pirateria è una roba brutta e se copio questo DVD mi viene Ebola" etc. etc.

Però, visto che questi affari non si possono saltare (a meno che io non abbia copiato il film e sbloccato la navigazione, cosa peraltro impossibile, altrimenti avrei preso Ebola e non sarei qui a scrivere), tanto vale darci un’occhiata che magari si trovano cose interessanti. Che, chissà perché, quando ripenso a questi avvisi mi viene sempre in mente l’immagine di una piattaforma petrolifera, cazzo c’entrerà, poi?

No, davvero, anche se lo fai "a mero titolo esemplificativo", come diavolo può esserti venuto in mente di indicare pure le piattaforme petrolifere? Cioé, non è che siano cose che si vedono tutti i giorni, no? Ma poi, anche se ce ne fossero milioni, con miliardi di persone che ci vivono dentro, insomma, ‘sti poveretti si fanno un mazzo tanto, spesso devono starci per dei mesi, prima di scendere a terra e tu, si dico proprio a te che te ne stai seduto nel tuo ufficetto del cazzo a inventare norme assurde, TU vuoi pure impedire a questa gente di vedersi un film ogni tanto? Eppoi nel 99% dei casi ‘ste piattaforme sono talmente lontane dalla costa che non si becca neppure la TV. Che ne dici, idiota, a scacchi possono giocare? E rubamazzetto? Possono leggersi un libro o devono venire a chiederti il permesso? Che poi non hai neppure specificato se nella loro stanzetta privata possono farsi i cazzi propri oppure in TUTTA la piattaforma è vietato proiettare il tuo filmetto del belino.

Ma il colpo di genio l’hai sfoderato indicando gli OSPEDALI. No, dico, GLI OSPEDALI! Posti zeppi di scrocconi di merda che non vedono l’ora di prendersi qualche bella malattia infettiva, meglio se incurabile (Ebola!), per farsi ricoverare e vedere a scrocco qualche bel film. Oppure medici e infermieri che magari si nascondono dai pazienti fino a quando non scoprono se i Ghostbusters riusciranno a far fuori Zuul e il Marshmallow Man. O quei maledetti bambini che magari si vedono Dumbo senza neppure pagare i sacrosanti diritti d’autore.

Discorsi simili si potrebbero fare per Carceri e Scuole, e voglio pensare che Compagnie Aeree sia un refuso di traduzione, che probabilmente è più importante indicare i velivoli, piuttosto che gli uffici delle Compagnie, ma magari invece intendevi proprio quelli, mah.
Quello che mi preme dire è che proprio non sopporto questa precisa volontà delle majors cinematografiche e musicali di trasformarci da acquirenti di un prodotto a fruitori di un servizio. Insomma il DVD che compriamo non è che sia proprio nostro, e in futuro lo sarà anche meno. Sono allo studio supporti che smettono di funzionare dopo un certo numero di visioni, come fosse una pay-per-view. Si sta pompando lo streaming di contenuti, un po’ perché a regime è un sistema più economico (lo ammetto, si evita il costo del supporto, della spedizione etc.), ma anche perché si ha un controllo maggiore sul cliente. Sarà che io per i film sono un po’ feticista, ma preferisco ancora il buon vecchio disco, con la copertina fica, e che posso vedere come e quando voglio io, senza dover trattare ogni volta con chi mi offre il contenuto.

Poi vabbé, le leggi sui diritti d’autore tendono a punire in maniera molto pesante i trasgressori, soprattutto in America, ma le majors stanno facendo molte pressioni anche sul Parlamento Europeo che, finora, non ha ancora calato del tutto le braghe. Verrebbe da dire "in maniera troppo pesante", visto che a volte le pene sono decisamente spropositate rispetto al reato commesso, ma questo, in effetti è un altro discorso. Che adesso, comunque, non ho voglia di iniziare.

13 Comments

  1. se vuoi abrogare Sofia Loren aderisci alla raccolta firme on line sul nostro blog!

  2. Negli alberghi di lusso è pure a pagamento la PPV porno!

    Guarda su sta storia dei diritti la fanno sporca…

    conviene farli i film… non solo porno, comunque!

    Kuntz

  3. Soldi soldi soldi…pero tu non sai che nelle piattaforme petrolifere organizzano cineforum clandestini dove danno segretamente tutte le repliche di Dallas….e noi paghiamo la Benzina a 1,250 €/litro?!?!?

    E poi gli Ospedali sai i malati potrebbero criccare da un momento all’altro per cui devono pagare anche loro in anticipo…per i carcerati beh loro il debito con la società lo stanno pagando no, per cui debito piu debito meno…pagare anche loro….ma strano veramente che non ci siano le auto…per esempio tutti quegli scrocconi che hanno la fourfour DVD per esempio..loro devono pagare…per due motivi…uno perche hanno finanziato la smart (e come possessore di una lo posso dire) macchina per definizione optional…due perche se uno guida come craxi fa a vedere il film dietro i poggiatesta…con un astuto gioco di specchi??devono pagare anche loro…ma la cosa che mi fa piu inmbestialire sono le compagnie aeree con tutti i soldi che diamo ad Alitalia sti qua negli uffici a guardare DVD?!?!?(da che mondo e mondo come compagnia aerea si intende l’edificio e non il velivolo)PAGARE PAGARE PAGARE TUTTI…Panz…

  4. PazzaDemente: io invece sto raccogliendo firme per eliminare fisicamente gli Spammatori Selvaggi. oh, non che la Loren mi sia simpatica, beninteso…

    aleks: io non sono mai stato in un albergo di lusso. secondo me però i film convene produrli, cacciando il grano, ancor più che farli. ma soldi io non ne ho, altrimenti me ne andrei negli alberghi di lusso a vedermi i pornazzi in PPV

    panz: è tutto un magna magna. e hai notato che non hanno messo LE CHIESE? no, dico, ti pare una cosa casuale? a me per nulla, che i NeoCons e i Born Again Christians si stanno mettendo in combutta con i cattolici e le majors per conquistare il mondo.

    cioé, ‘sti qui possono tranquilamente vedersi Terminator 3 dopo una funzione religiosa e la cosa passa sotto silenzio! E’ UNO SCANDALO!

  5. una volta ho fatto un lungo viaggio in aereo: hanno trasmesso 4 volte di seguito “guardia del corpo” con W. houston e K.Costner. In questo caso sarei io a dover perseguire la compagnia aerea!

  6. perseguire o perseguitare? scegli tu.

  7. hai tutta la mia solidarietà. potrebbero essere passibili di denuncia per crudeltà mentale…

    e io che ricordo ancora con raccapriccio due ore d’auto a sentire a ripetizione il CD singolo di Frozen di Madonna, e ogni volta ci ascoltavamo tutte e 5 le versioni in cui era stata remixata.

    sono un dilettante…

  8. Mettiamo su una società:

    produciamo

    recitiamo

    giriamo

    e con i soldi fatti

    guardiamo i nostri film in PPV nei lussuosi alberghi…

    che delirio masturbatorio autoreferenziale!

    Kuntz

  9. e visto che prima si parlava di pornazzi, mi sembra anche una definizione molto azzeccata, l’ultima tua frase…

  10. Secondo me l’idea di AleksKuntz è grandiosa!Trenta centimetri di dimensione artistica, direi!

  11. una vita per il cinema (cit.)

  12. Grazie per l’utilissima informazione. Smettero’ di trasmettere DVDs sulla mia piattaforma petrolifera.

  13. eh, fai bene! non vorrei mai che qualche zelante impiegato della SIAE prendesse la sua barchetta a remi e venisse lì a rovinarvi la festa…

Rispondi

-->