Avere denti

| 2 commenti

E, all’improvviso, eccomi qua. Come cazzo mi sarà saltato in mente di scrivere un post mezz’ora prima di andare in ferie? Certo, sono solo in ufficio e non ho un cazzo da fare (e diciamocelo onestamente, anche se avessi qualcosa da fare non la farei certo ora, per principio). Ma visto che sono settimane che non passo di qui, perché proprio oggi?

Vorrei fare un mega post con il magnifico programma delle mie prossime ferie ma la verità è che non abbiamo nessun programma. E la cosa non mi dispiace neppure. Cioé sono arrivato a dei livelli di stanchezza tali da provare stanchezza anche all’idea di pianificare le ferie.

Finirà che mi riposerò per due settimane. E, dopo aver riposato, avrò finalmente in corpo le energie per pensare a qualcosa. Solo che, a quel punto, sarà giunto il momento di rientrare al lavoro e stavolta sarà il tempo a mancare. Com’era quella cosa? Chi ha il pane non ha il tempo? Qualcosa del genere, mi pare.

Buone vacanze!

 

2 Comments

  1. cavolo, che post! le ferie imminenti ti hanno proprio fatto scattare quel qualcosa dentro! 😀

    dai, tra poche ore ci vediamo. E ti porto a mangiare fuori, per iniziare. Con i tuoi soldi, visto che io non ne ho!

    e se aspetti che sia io a scegliere una meta, un come un perché e un dove, allora preparati davvero a riposare grandemente per i prossimi 15 giorni. Perché per me la vacanza è pure bella senza dover andare da nessuna parte.

    Poi poco fa leggevo questo in un libro, e mi pare pertinente: “raccontarti che il vaggio ti serve, che hai bisogno di staccare la spina, quelle frasi lì. Ma così facendo peggiori solo le cose, perché siccome stai lavorando su te stesso, e quindi non sei veramente convinto, sei diventato molto più cavilloso sulle parole che ti vengono in automatico, e ti ci soffermi, realizzando che quella della spina è una metafora bruttissima, terminale, per non dire mortuaria, contraddittoria solo in apparenza, perché uno che parte dovrebbe aver voglia di scoprire e quindi di vivere, perciò dovrebbe metterla la spina, anziché toglierla, ma se dichiara tutto compiaciuto di volerla togliere, in realtà sta dicendo che è un desiderio di morte (magari apparente) o di scomparsa (almeno temporanea) a muovere il suo bisogno di partenza,”
    [Diego de Silva, Sono contrario alle emozioni]

    • Mi sembra una cazzata, perché è umanamente molto più accettabile una metafora mortuaria per 2-4 settimane che non per tutto il resto dell’anno. È molto più deprimente, seppur vero, pensare di essere morti per un anno intero aspettando le ferie per attaccare la spina e accendere la vita.

Rispondi

-->