| 4 commenti

"I can’t forget, but I don’t remember what"
Leonard Cohen

I miei demoni attaccano di notte, chiamateli incubi o sogni, non è importante. Usano la notte per dirmi cose che di giorno riesco a ignorare. Mi mostrano i miei errori, i miei desideri, le cose che dovrei o che vorrei fare. Sanno dove colpirmi e hanno un’ottima mira. Sono i miei amici più sinceri e spietati, sono la parte di me che per pigrizia, più che codardia, ho da tempo scelto di non ascoltare. Mi mettono a disagio, e sa iddio quanto ne abbia bisogno. Mi tolgono di dosso le calde coperte, mi costringono a muovermi.
Ma sono infidi, come tutti i demoni. Se ne vanno alla prima luce, lasciandomi una vaga sensazione di turbamento. Non riesco a dimenticare, ma non ricordo più che cosa.

4 Comments

  1. ho una bottiglia nuova nuova di ardbeg per tener lontani i demoni di ogni specie, ma non ho comprato la fiaschetta per portarmelo dietro nelle nostre scorribande. se hai già finito il tuo sei il benvenuto a Ronco tutti i giorni dopo le cinque.

  2. grazie dell’aiuto, ma forse dovrei iniziare a sentire cosa hanno da dirmi, ho l’impressione che non mi convenga ammazzarli nell’alcool. poi posso sempre bere dopo che hanno finito di parlare….

  3. ascolta i tuoi demoni da sobrio e parla con loro da ebbro, il vostro rapporto migliorerà!

  4. mi sembra l’unica strada praticabile, per ora

Rispondi

-->