| 7 commenti

Informazione schifosamente pubblicitaria

Alcuni lo sanno, altri no. ARTErnativa è una newsletter creata in origine da due mattacchioni (Spassky e Seaweeds) alla quale collaboro da un po’ di tempo, quindi ora siamo tre mattacchioni. In pratica funziona così: ci si iscrive, spedendo una e-mail vuota all’indirizzo



o seguendo il link sempre presente sulla colonna a sinistra, e ogni domenica si riceve in dono un quadro, completo di spiegazione. Facile, no? Se proprio volete ci si può anche cancellare, ma non ve lo consiglio, Alberto è molto permaloso! Ogni tanto, quando ce lo chiedono, facciamo anche delle serate live, spiegando al pubblico ignaro il vero significato di quadri famosi, quello che i critici d’arte hanno sempre voluto celare.

Vabbè, per farvi capire di che cosa sto parlando, eccovi due arretrati.

Caravaggio
"E’ la coppa dell’olio"

1600-1601
Olio su tela

90 1/2 x 70 in
Cappella Cerasi, Santa Maria del Popolo, Roma

Capitava, agli albori del diciassettesimo secolo, che il proprio mezzo di locomozione subisse un guasto meccanico, vuoi per le scarse condizioni del manto stradale, vuoi per insufficiente manutenzione, e allora lo si portava dal meccanico più vicino, che provvedeva a ripararlo. In questo quadro il meccanico comunica allo sventurato proprietario che il suo mezzo di trasporto ha subito un danno notevole, e che occorrerà comprare un pezzo di ricambio originale.

 
– – – – – – – – – – –
 

Angelo Morbelli
"Culi"

1893-95
olio su tela
Vercelli, Civico Museo Borgogna

 

Se chiedete di questo quadro a un saccente critico d’arte, vi dirà che Morbelli vuole mettere in risalto le condizioni di lavoro delle mondine, blah blah blah, impegno sociale, blah blah….
In realtà a Morbelli piaceva sedersi su uno sgabello e guardare per ore i loro sederi. Dopo che venne picchiato dai mariti, però, si rese conto che aveva bisogno di una scusa e iniziò a portare anche tela e pennelli. Per non destare troppi sospetti, al termine di quest’opera cambiò gruppo di mondine. Sullo sfondo, infatti, vediamo il gruppo che fu l’ispirazione per il suo vero grande capolavoro, "Altri Culi".

7 Comments

  1. Ma come sapevi che “culi ed altri culi” è il mio dipinto preferito…

  2. ma non era un quadro di Tinto Brass?

  3. vedo che ci sono degli intenditori…

  4. Mi fate sbellicare … e avete citato la mia città! Che onore!

  5. meglio. pensa se la tua città avesse citato noi, sarebbe un dramma.

Rispondi

-->