| 22 commenti

I pranzetti della nonna


Chi mi conosce sa che io e il cibo ci sfioriamo in maniera misteriosa, soprattutto d’estate. Raramente faccio un pasto completo, inteso come primo, secondo e frutta, spesso mi limito a una qualsiasi delle tre portate indicate.
Mia nonna mi conosce dalla nascita, ma finge di non capirlo. LEI mangia 50 grammi di pasta al pesto, IO devo mangiarne 100. LEI non mangia secondo, IO guardo con terrore un vassoio ricolmo di cotolette che si avvicina minaccioso. LEI mangia una pesca, IO prima devo subire l’immancabile frittatina di contorno. Mia nonna mi vuole morto. Oppure non si è ancora rassegnata ad avere un solo nipote.
Da qualche tempo ho deciso di affrontare il problema con educata decisione. Oggi, ad esempio, l’ho chiamata poco prima di uscire di casa, avvertendola che avrei preferito mangiare solo un piatto di pasta al pesto e che non era il caso che si mettesse a impanare le cotolette. Niente da fare, arrivo a casa sua e la sorprendo coi petti di pollo in mano, il piatto di uova sbattute, e il pane grattugiato già pronto. Attimo di gelo, la guardo, mi guarda. Dal palazzo di fronte qualcuno si mette a fischiettare un motivetto di Ennio Morricone. Una folata di vento, un cespuglio rotola fra noi.
Faccio un passo, lei immerge il pollo nell’uovo. Mi fermo. Mi rivolge un’occhiata di sfida. L’olio sfrigola sulla padella. Mi lancio urlante su di lei e le sferro una gomitata in bocca, lei si piega, facendo cadere il pane grattugiato. La lavoro al corpo con una serie di ginocchiate, ma da terra riesce a impanare la cotoletta. Mi tuffo a terra anch’io ma lei scalcia. Alla fine, aprendo di scatto lo sportello del forno, riesco a sopraffarla. Phew, c’è mancato poco, la mano destra, che brandiva un petto di pollo ormai impanato, stava per raggiungere la padella.




22 Comments

  1. 🙂 dimmi, caro, come posso fare con le lasagne?

  2. e i pacchetti ricoperti di stagnola che mi lascia per tornare a casa?se li surgelo tiro fino a natale!

  3. le nonne sono tutte uguali!

  4. Vuoi mettere? Se non ci fossero i pacchetti con la stagnola mi mancherebbero da morire.
    Mi piace questo blog!
    Rav

  5. proprio vero .. le nonne sono tutte uguali!!:-))

  6. avete delle nonne dilettanti, la mia oltre la stagnola infila tutto in una busta del pane (conservata stirata e piegata!) e ancora il tutto in un sacchetto di plastica (ripiegato tipo bandiera nei film militari, a triangolo), che manimàn la gente vede che cosa trasporto… mah…

  7. Non amo particolarmente il formaggio sulla pasta.

    Mia Zia me lo aggiungeva regolarmente, davanti agli occhi, senza che riuscissi a fermarla. Senza arrivare ad un intervento tanto deciso come il tuo, una volta sono riuscito a respingere ben sette attacchi su di un invitante piatto di ravioli della temibile “cassetta” traboccante di parmigiano. Ma è bastato un attimo di distrazione e zac! Cu l’è ciù bun!

    Il grignolino però era ottimo.

    Ah, splendido anche il post sulle stelle cadenti. Voglio provare il tuo metodo.

  8. le nonne sono terribili. che siano soresi o siciliane, non importa. per loro dovresti mangiare sempre e comunque quantità industriali di cibo, poi però loro mangiano mezza foglia di lattuga “che sennò mi appesantisco”. mah.

  9. mioddioooo sei adorabile!!

  10. beh, ‘somma se uno che picchia una povera vecchietta indifesa è adorabile… allora si, lo sono…

  11. Intanto spero che tu abbia ancora la nonna viva… 😉

    Chi vuole mangiare per molto tempo deve mangiare poco. Con le tue buone abitudini alimentari camperai a lungo.

    Mia zia non accetta che non mi piacciano i ravioli, tutte la volte che li ha cucinati ha cercato di propinarmeli dicendo: “ma assaggiali…li ho fatti perfetti!” Non volendo proprio capire che più un raviolo è perfetto, perfettamente al gusto di raviolo e meno mi piace.

  12. è pazzesco che non ti piacciano i ravioli! cioé, almeno inconsueto, molto. a me non piacciono un sacco di alimenti, ma conosco molte persone che non mangiano le mie stesse cose, anche se magari non tutte assieme come faccio io…

    ma i ravioli, boh, è parecchio bizzarro.

    pansoti?

  13. manco quelli.

    ehhh lo so, mi spiace ti ho deluso.

  14. Neanche se costruiamo una macchina impastaravioli di lego???

  15. vabbé, sono l’ultimo che può fare la morale sul cibo… ho i gusti troppo stronzi, però ravioli e pansoti… beh… peccato…

  16. come sono i gusti “stronzi”? Pare niente di buono…

  17. sono quelli che m’impediscono di mangiare

    TUTTE le verdure TRANNE le carote

    TUTTI i formaggi TRANNE il parmigiano, cui sono ghiottissimo

    TUTTI i vini TRANNE niente, tutti i vini e basta

    TUTTE le birre

    TUTTI i caffé

  18. Non ti piace il caffèèè?!!!!!

    Ma… sei italiano?

  19. quando andavo in giro all’estero fingevo d’essere Svizzero. adesso mi sono rassegnato ad una italianità consapevole e distaccata, che si manifesta prevalentemente in occasioni tipo vittoria di campionati del mondo, olimpiadi, campionati europei, cose così insomma….

  20. Io millanto di essere cittadino svizzero quando vogliono farmi firmare per un partito o un referendum…

  21. provati gli agnolotti del plin?I PLIN, insomma?

  22. fry: ottima scelta. io dico d’essere Berlusconi.

    nelia: e che sono i plin????

Rispondi

-->