| 8 commenti

Le Olimpiadi sono uno spettacolo eccezionale, ma decisamente virtuale. Oggi l’Italia è orgogliosa della doppia medaglia Vezzali-Trillini, ma forse il bel paese non si rende conto di essere l’unico luogo al mondo in cui questo evento è stato trasmesso. A volte i luoghi comuni hanno una loro banale verità: a questi livelli, se una cosa non passa in tv, è come se non fosse mai accaduta.
La quantità di eventi e di specialità da seguire è talmente ampia che neppure le emittenti più attente, Rai2 trasmette le gare da prima mattina a tarda notte, riescono a seguire tutto. Ogni paese predilige le discipline che vedono i propri atleti schierati, meglio se hanno qualche possibilità di arrivare a medaglia. Non è sciovinismo, non del tutto, almeno. E’ solo una necessaria discriminazione basata sul gradimento del proprio pubblico. Certo, esistono zone franche, gare talmente importanti o prestigiose che è impossibile non trasmetterle, come i 100 metri piani.
Ma una finale tutta italiana come quella vista ieri, di uno sport definito ‘minore’ anche da suoi stessi praticanti, chi la vede? Probabilmente anche le tv di Polonia e Ungheria avranno cambiato disciplina, dopo la finale per il bronzo che ha visto le loro atlete impegnate. Dovrebbero esistere dei paesi in cui la tradizione del fioretto è talmente forte da trasmettere l’intero torneo, ma se esiste un paese simile, credo sia proprio l’Italia.
Vista la mole dell’evento olimpico, come detto, non trovo strano che ogni paese prediliga determinate discipline. Avverto però un forte stridore per lo sbandierato entusiasmo dei giornalisti nostrani, comparato all’indifferenza degli altri paesi e alla sufficienza con cui le nostre testate presentano i successi delle stesse atlete al di fuori dei cinque cerchi.




8 Comments

  1. E’ giusto!!! mi toccherebbe prendere il satellite per seguire il mio sport preferito: quello dove delle grasse casalinghe fanno scivolare una teiera sul ghiaccio e con una scopa lisciano il percorso man mano che la boccia avanza, facendo più o meno attrito, per mandarla in un bersaglio :))

  2. Il CURLING!!!!! Me ne sono fatto una scorpacciata questa primavera, quando ho scoperto che iniziavano a trasmettere SportItalia e Prima!

  3. http://news.bbc.co.uk/sport1/hi/olympics_2004/fencing/default.stm

    e poi non dite che la scherma è seguita solo in italia……Panz

  4. ah beh, un trafiletto su un sito internet… quasi una diretta tv… e poi il sito della BBC fornisce tutti i risultati, ci fosse anche una gara ufficiale di scaccolamento su prato verrebbe proposto un trafiletto…

  5. Where is the horse and the rider?
    Where is the horn that was blowing?
    They have passed like rain on the mountains
    Like wind in the meadow.
    The days have gone down in the west.
    Behind the hills, into shadow.
    How did it come to this?

  6. ECCO SI IL CURLING!!!! mi sfugge sempre il nome… cmq ho passato il pomeriggio a scaccolarmi (in modo molto solenne e ufficiale) ma il sito BBC non lo riporta 😉

  7. devi farlo su prato e davanti a una commissione affiliata alla federazione internazionale, naturalmente ci devono anche essere degli avversari, funziona un po’ come nei tuffi, ci sono valutazioni e fattori di difficoltà crescenti per premiare i virtuosismi più difficili

  8. ma lo scaccolamento su prato sarà inserito come disciplina olimpico?
    interessante potrei iniziare!!!
    SK

Rispondi

-->